Lecce, in arrivo l’attaccante che potrebbe sciogliere i dubbi di Coda

Massimo Coda, 33 anni, attaccante del Lecce (foto P.Pinto)

LECCE – (t.d.g.) Si continua a lavorare al Deghi Center di San Pietro in Lama dove la squadra giallorossa è impegnata in test da campo utili per il lavoro che andrà fatto a Folgaria a partire da venerdì prossimo quando la squadra avvierà la preparazione vera e propria nel ritiro trentino. Venerdì 1 luglio inizierà ufficialmente anche il calciomercato. Rispetto allo scorso campionato il Lecce ha perso due dei protagonisti dell’ultima promozione: Gabriel e soprattutto capitan Lucioni, il quale nelle ultime quattro stagioni è stato protagonista di ben due promozioni in Serie A con il Lecce. Il club giallorosso e il capitano hanno deciso di separarsi. La formula del suo trasferimento al Frosinone dice temporaneamente, ma la strada imboccata è quella dell’addio.

FASCIA DI CAPITANO – La fascia di capitano dovrebbe passare a Coda, ma pure la permanenza del bomber è incerta. La sua partenza potrebbe fruttare al club giallorosso una ricca plusvalenza poiché Corvino lo ingaggiò a parametro zero. Ma l’attaccante cavese è stato chiaro in più occasioni: per muoversi da Lecce ne deve valere la pena. Chi lo vuole sa che ne vale la pena. E allora non resta che aspettare l’offerta giusta. Intanto Coda parte insieme alla squadra nel ritiro di Folgaria dove prenderà per mano i suoi compagni. Non è una situazione normale. È simile a quella di Mancosu, un anno fa. Praticamente nel ritiro in Trentino non aveva mai disfatto le valigie ed era solo in attesa di ripartire. La decisione era stata presa. Ma Baroni era tranquillo perché sapeva di poter contare su Lucioni e Coda che avevano già preso in mano lo spogliatoio. Se parte Coda difficile dire oggi a chi andrà la fascia di capitano, chi indosserà le vesti del leader. Ma questo è l’ultimo dei problemi di Pantaleo Corvino e Trinchera. I ruoli chiave da puntellare sono sempre i soliti: portiere (per ora è arrivato Brancolini che partirà dalla seconda fila), centrale difensivo, un centrocampista centrale e un attaccante, in caso di partenza di Coda. Queste le operazioni principali.

UFFICIALE FRABOTTA – L’ultimo acquisto è Frabotta, laterale difensivo mancino arrivato dalla Juventus. Il club giallorosso ne ha ufficializzato l’ingaggio in prestito con diritto di riscatto per il Lecce e controriscatto per la Juventus.

PORTIERE – Per il ruolo di portiere a breve dovrebbero esserci novità: ruolo delicato, Corvino e Trinchera lavorano a fari spenti e alla fine faranno la scelta giusta.

Poi bisognerà completare il reparto dei difensori centrali con un altro arrivo. Baroni inizierà a lavorare con Dermaku, Tuia e Simic.

HJULMAND IN ARRIVO – A centrocampo pare si siano raffreddati gli interessi per Hjulmand. Si potrebbe pure pensare ad un’intesa di massima con qualche club per l’acquisto del danese (martedì si aggregherà insieme a Helgason), ma non c’è il minimo spiffero neppure su questo. Centrocampo che cambierà interpreti anche per il ruolo di “interni”.

CODA-CEESAY: SI SGOMITA – In attacco le idee sono chiare: se parte Coda va sostituito. Intanto Corvino e Trinchera hanno ingaggiato Ceesay: anche lui sarà a Lecce martedi. E verranno i primi giorni di convivenza fra il capocannoniere degli ultimi due campionati di Serie B e l’attaccante guineano, che daranno un’idea precisa sulla futura gerarchia offensiva e forse anche una spinta definitiva ai dubbi di partenza dell’attaccante giallorosso.

COLOMBO – Contatti frequenti e in dirittura d’arrivo la trattativa per portare Colombo dal Milan al Lecce. Stessa formula di Frabotta: prestito con diritto di riscatto in favore del Lecce e controriscatto, in questo caso, per il Milan.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*