Strada asfaltata a metà, i residenti: brutta e pericolosa

S.CATALDO-  Da una parte l’asfalto è liscio e il manto stradale appena rifatto, è impeccabile. Ma dall’altra parte della carreggiata rimangono le buche e una strada dissestata. Un colpo d’occhio evidente, come appare in queste foto, su una strada divisa a metà nella marina di S. Cataldo. A segnalare la situazione il Codacons di Lecce che ha raccolto le denunce di diversi residenti.

“Una società di servizi, dopo avere effettuato degli interventi di manutenzione, ha ripristinato il lato delle strade interessato dai lavori. Mentre l’altra parte della strada, di competenza del Comune, non è stata asfaltata- scrive l’avvocato Cristian Marchello, responsabile del Codacons di Lecce- il risultato di questo scoordinamento è paradossale: il lato della strada interessato dai lavori ha il manto perfettamente liscio, l’altro è un colabrodo, tanto da mettere a serio rischio l’incolumità dei pedoni che attraversano ma anche di ciclisti e motociclisti a causa del dislivello del manto stradale. Se a ciò si aggiunge che il manto stradale, sia nuovo che vecchio, è ancora totalmente privo di segnaletica orizzontale, ci si rende conto dell’assoluta pericolosità della situazione”.

Strade pericolose quindi ma anche brutte da vedere. “Una situazione che stride- continuano dal Codacons- con i proclami delle amministrazioni passate e presenti riguardo ai progetti di riqualificazione delle marine e delle periferie”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*