Serie A, calendario Lecce, il fattore campo può fare la differenza

LECCE – Prima o poi bisogna incontrarle tutte ma per giudicare la bontà del sorteggio di un calendario, per una squadra che punta alla permanenza nella categoria, è importante guardare soprattutto l’ultima parte del campionato che sarà il più lungo della storia, durerà infatti ben 295 giorni, si parte il 13 agosto e l’ultima giornata sarà il 4 giugno 2023.

Le ultime cinque partite del Lecce saranno con Verona in casa, Lazio fuori, Spezia in casa, Monza fuori e poi si chiuderà col Bologna in casa. Ed è qui che potrebbe decidersi il campionato della squadra di Baroni che esordirà con l’Inter al Via del Mare, in piena estate, nei giorni di Ferragosto, dovrebbe essere il 14 per i salentini, in cui l’afa toglierà il respiro e il caldo morderà le caviglie in uno stadio che sarà un catino bollente di passione e molto probabilmente sarà sold out vista la data, le ferie di molti salentini di ritorno a casa ed anche la caratura dell’avversario.

Subito dopo i giallorossi saranno ospiti del Sassuolo, poi riceveranno l’Empoli prima di andare a Napoli e fin qui il mercato sarà ancora aperto e le porte saranno girevoli con gente che va e gente che viene.

Dunque, coscienti che sarà un campionato difficilissimo, sarà importante racimolare punti nel periodo in cui il mercato potrebbe spostare tutti gli equilibri per crescere poi man mano fino allo sprint finale.

La Serie A è un campionato che si svolgerà prevalentemente al Nord mentre al Sud a parte le romane e il Napoli, più giù, ma su tutto il versante adriatico, c’è solo il Lecce, isole comprese.

Pantaleo Corvino e Marco Baroni (foto US Lecce, Anza e Marco Lezzi)

Il direttore dell’area tecnica Pantaleo Corvino ha fotografato alla perfezione ciò che sarà: “Ci aspetterà un compito arduo, come del resto sarà arduo tutto il campionato. Lo scorso anno abbiamo compiuto un’impresa, ora siamo chiamati a fare un miracolo”; ha ragione Corvino, serve un miracolo che va costruito adesso nella stanza dei bottoni di un mercato difficilissimo e con risorse limitate rispetto alle avversarie e successivamente in campo, punto dopo punto.

Un elemento importante lo ha sottolineato mister Marco Baroni dopo il sorteggio affermando che “Ogni gara sarà una sfida e dovremo guardare esclusivamente a quello che faremo per farci trovare pronti a ogni appuntamento. Guardando il calendario la prima e l’ultima giornata verranno disputate a casa nostra, dove i nostri tifosi sono sempre numerosi e rappresentano una spinta in più”.

Ecco cosa potrebbe fare la differenza a Lecce e per il Lecce, nel Salento, al Via del Mare, il pubblico, un dodicesimo uomo che ha fatto sempre sentire il suo grido di battaglia.

(clicca qui per il calendario completo)

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*