“La sicurezza ci sta a cuore”, torna l’educazione stradale nelle scuole

REDAZIONALE – “La sicurezza ci sta a cuore”, il progetto di sensibilizzazione alla sicurezza stradale rivolto alle scuole, torna con successo in occasione della sua quinta edizione. L’evento è promosso dall’Amministrazione Comunale di Soleto con ACI Lecce, grazie al sostegno della Regione Puglia, organizzato dall’Istituto Comprensivo “G. Falcone e P. Borsellino”. Per questa nuova edizione sono stati interessati anche gli Istituti Comprensivi di Sternatia, Zollino e Lequile.

Il progetto è ben radicato nel territorio salentino e questo non esclude che in futuro possa essere un esempio da esportare e replicare anche a livello regionale, come afferma l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo.

Di anno in anno lo scopo è quello di diffondere la conoscenza delle norme e sviluppare, negli studenti di tutte le fasce d’età, comportamenti responsabili improntati alla tutela della propria e altrui sicurezza. 

Muoversi in sicurezza, a piedi, in bicicletta, in motorino, in auto, rappresentano gli obiettivi principali da cui è scaturito il progetto e i suoi percorsi di educazione alla sicurezza stradale, così da sviluppare conoscenze, abilità e attitudini del giovane utente della strada e futuro automobilista.

“La frequenza di incidenti mortali sulla strada è inquietante: anche in questi giorni abbiamo dovuto fare i conti con nuovi morti e con l’amministrazione ogni anno ci impegniamo in progetti che migliorino la consapevolezza nelle nuove generazioni: la guida sicura salva la vita” spiega Graziano Vantaggiato, sindaco di Soleto.

Il progetto ha coinvolto anche i più noti YouTuber salentini, i The Lesionati e Mandrake, che hanno arricchito la manifestazione di sorrisi, musica e gag. Per i tanti studenti partecipanti è stata una giornata importante di festa, socialità e apprendimento. “Ogni anno cerchiamo di dare il nostro contributo per affrontare un tema molto serio in un modo che possa coinvolgere tutte le nuove generazioni che ci seguono” ha spiegato Giampaolo Morelli, leader dei The Lesionati.

Mandrake invece conferma che tramite il gioco e l’ironia si possono lanciare messaggi importanti.

 

Mariafrancesca Errico

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*