Il Lecce non cede all’offerta del Torino per Strefezza

Gabriel Strefezza, 25 anni (foto P.Pinto)

LECCE – (t.d.g.) Calciomercato in fermento. Tutti i club del massimo campionato di calcio si muovono in vista della prossima stagione. Anche il Lecce si muove con la coppia Corvino-Trinchera. Venerdì scorso il presidente Sticchi Damiani ha annunciato il prolungamento e quindi l’allineamento del contratto di Trinchera a quello del responsabile dell’ area tecnica Pantaleo Corvino. La scadenza è il 2025.

Il Torino bussa forte alla porta del Lecce per Strefezza. Il direttore sportivo del Torino Vagnati, che lo ha avuto alla Spal, avrebbe pronta una offerta intorno ai 5 milioni di euro. Il club giallorosso, però, ritiene più alta la quotazione del brasiliano con doppio passaporto. L’impressione è che alla fine si possa trovare un accordo salvo azioni di disturbo da parte di altre società che potrebbero fare lievitare il prezzo del giocatore che si riaffaccia in Serie A forte dei 14 gol realizzati in Serie B. Insomma il Lecce sta pensando all’offerta del Torino e a investire quel denaro per rinforzare l’organico. Da mesi Corvino e Trinchera stanno sondando vari campionati alla ricerca di un suo sostituto. E non è escluso che il sostituto sia già pronto.

Anche per Hjulmand presto potrebbe giungere qualche offerta. I contatti ci sono già stati e magari la pista che porta al danese congelata. Insomma potrebbe esserci un accordo di massima. L’Inter, da gennaio, lo segue con attenzione. Da vedere se affonderà il colpo stando attenta alla concorrenza.

Per il centrocampo Corvino aveva pensato a Lucas Leiva. Lunedì scorso, nel corso della trasmissione Piazza Giallorossa, su Tele Rama, Corvino aveva rivelato di aver fatto un tentativo per il centrocampista la cui esperienza con la Lazio sta per concludersi. E lo ha affermato lui stesso ai microfoni di Sky. “La mia esperienza con la Lazio è finita – ha detto il brasiliano, 35 anni -, ma potrei rimanere in Italia. Ora vado in vacanza, poi vediamo. Qui mi sono sempre trovato benissimo. Mi piacerebbe continuare qui, ma non è scontato”.

E chissà se Corvino, che cercò di portarlo in Italia all’età di 16 anni, non tornerà alla carica per il giocatore brasiliano. Corvino e Trinchera stanno lavorando anche sul portiere. Joronen, Sirigu o Paleari sono profili che non rientrano nella sfera di interesse della società leccese.

Anche per l’attacco sono diversi i nomi accostati al Lecce. Tra questi, quello di Mattia Destro, 31 anni, nell’ultimo campionato con il Genoa. È un calciatore che nelle ultime stagioni ha avuto un rendimento altalenante e il cui ingaggio supera di gran lunga i parametri stabiliti dal club giallorosso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*