Lecce, lista mercato pronta. La società fissa il budget

LECCE – (t.d.g.) Tutti vorrebbero esserci, ma così non sarà. Il mercato comporterà dei cambiamenti in casa giallorossa. La carta d’identità, per alcuni, parla chiaro. E molti treni passano per l’ultima volta. Non c’è ancora nulla di scritto, ma qualcosa già si muove. I procuratori sono al lavoro per raccogliere offerte e valutarle insieme ai propri assistiti.

CORVINO – Più di tutti, il responsabile dell’area tecnica del Lecce sa bene che la squadra va strutturata con profili adatti al campionato di Serie A. Serviranno certamente due portieri, tre difensori (due centrali e un esterno mancino). Almeno tre centrocampisti e altrettanti attaccanti, dei quali due esterni e una punta centrale.

BLOCCO – Il blocco da cui si è ripartiti l’anno scorso perde un pezzo con Gabriel che chiude l’avventura in giallorosso. Lucioni, Hjulmand e Coda restano, per ora, al loro posto. Come pure Strefezza. Il mercato, però, potrebbe sgretolare ancora di più la colonna portante della squadra. Si tratta, infatti, di giocatori che non è difficile collocare sul mercato. Ma molto dipenderà da quanto le società interessate sono disposte a versare nelle casse del Lecce. Il prezzo, come dice Corvino, lo fa il mercato. E chi vende. Nonché la volontà del calciatore. Di fronte a un buon ingaggio non c’è maglia che tenga. Ed è controproducente avere in rosa volti scuri e musi lunghi. Alcune recentissime esperienze insegnano. Non sarebbe certamente il modo migliore per iniziare la stagione di Serie A, che nelle intenzioni del club giallorosso dovrebbe essere la prima di un lungo ciclo per affermarsi al piano più alto del calcio italiano e consentire alla società giallorossa di stabilirsi anche economicamente senza perdere di vista i bilanci.

ATTESA – Intanto Corvino attende di conoscere il budget a disposizione. Prima di muoversi. Perché le idee, i nomi, la strategia è già nero su bianco. Una cosa è certa: Corvino e Trinchera ripiegheranno, ma solo in minima parte e solo in caso di necessità sui prestiti, una politica che rappresenta una sorta di percorso di servizio da imboccare qualora si presentassero buone condizioni nel rapporto qualità -prezzo.

RITIRO – Tra circa un mese si parte per il ritiro. E sicuramente la rosa presenterà già alcuni volti nuovi. Corvino sta già sondando varie piste per coprire da subito due ruoli per lui fondamentali: portiere e attaccante. Forse si può valutare qualche profilo delle squadre retrocesse, ma Corvino si è sempre contraddistinto per intuizioni quasi sempre vincenti oltre che sorprendenti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*