Happy Casa Brindisi, fiducia a Giofrè e Vitucci

Frank Vitucci, Simone Giofrè (foto pagina ufficiale Happy Casa Brindisi) lo scorso anno dopo la loro premiazione

BRINDISI – In casa Happy Casa Brindisi si attende la fine dei Playoff, ai quali non partecipa, per iniziare a programmare la prossima stagione, ma in modo silenzioso si sogna ancora un posto in Europa.

Purtroppo, la squadra è arrivata all’undicesimo posto e dopo aver partecipato nelle ultime tre stagioni alla Basketball Champions League si è ritrovata fuori. E se ci sarà anche una possibilità di rientrarci in qualche modo, Brindisi si farà trovare pronta.

Sarebbe un peccato però non valorizzare quell’’undicesimo posto che comunque ha permesso una salvezza che ad un certo punto sembrava in pericolo ed invece ha un valore inestimabile non solo per Brindisi ma per l’intero Salento che si ritrova protagonista sui palcoscenici nazionali in diverse discipline sportive.

L’unica certezza al momento, per la società di Contrada Masseriola, è rappresentata dal duo formato dal direttore sportivo Simone Giofrè e dal coach Frank Vitucci. Si ripartirà da loro per costruire un roaster forte e compatto per affrontare al meglio la stagione.

Tra gli atleti sotto contratto ci sono Jeremy Chappell, Wes Clark e Nick Perkins che però ha l’opzione di uscita ed inoltre D’Angelo Harrison convalescente per l’intervento al tendine d’Achille, tra quelli in scadenza potrebbero rimanere Alessandro Gentile e Lucio Redivo ma per adesso sono solo ipotesi, a mettere nero su bianco ogni idea e progetto saranno Giofrè e Vitucci ma per adesso tutto tace, se ne riparlerà alla fine dei playoff scudetto.

 

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*