Sport

Un petardo a lunga gittata? Contini cade, gli altri accanto indenni

LECCE – Gli accadimenti del pomeriggio di Vicenza – Lecce faranno discutere a lungo; a mente fredda, però, dopo aver visto, rivisto e visionato tutto il materiale prodotto da tifosi presenti al “Menti” e anche dalle telecamere delle televisioni sono diversi gli interrogativi che scaturiscono.

Immagine televisiva dell’accaduto

I fatti sono noti a tutti. Al minuto 69 Gabriel Strefezza porta in vantaggio il Lecce: poi l’esultanza e la bagarre. A primo acchito si vede un fumogeno in campo e in una confusa miriade di secondi il portiere del Vicenza, Contini, va giù, stordito da uno scoppio successivo.

In un primo momento è importante soccorrerlo, assicurarsi che stia bene, fortunatamente sta bene, lo accertano anche in ospedale.

Subito dopo però guardando bene le immagini ci accorgiamo che i calciatori del Lecce, più vicini al fatto, non provano nessun fastidio mentre Contini cade a terra in maniera inusuale lasciando pensare ad una simulazione e ad un comportamento altamente antisportivo che nulla c’entra con i veri valori dello sport. Questo è il dubbio di tutti i presenti palesato sui social.

Ovviamente continuiamo a ribadire un concetto fondamentale: chi lancia petardi e materiale pirotecnico merita il Daspo. Condanniamo fermamente un gesto che non può avere scusanti.

Attenzione però, perché è sbucato un video, pubblicato dai colleghi di Pianeta Lecce sul web che presenta uno scenario completamente diverso, ed è importante porre degli interrogativi. Senza puntare il dito contro nessuno vogliamo vederci chiaro, perché i dubbi potrebbero lasciar pensare ad una messa in scena in piena regola con vari attori che recitano la loro parte.

Il fumogeno caduto in campo è stato lanciato dal settore ospiti dopo lo scoppio, ma è quello che non ha provocato nessun danno ma è passibile di multa importante, sul petardo che avrebbe stordito Contini però si concentra l’attenzione del video in questione. Si vedono dei movimenti di due Steward e la prospettiva è completamente diversa. Uno dei due si avvicina all’altro e poi si allontana con passo spedito prima dello scoppio come se sapesse o avesse avvertito il pericolo. Poi non c’è, oppure non si vede, nessuna scia dal settore ospiti fino al campo, ma il petardo è stato lanciato? È possibile mai che con tutti i controlli all’entrata dello stadio, specialmente ai tifosi ospiti, non sia stata trovata quella che possiamo definire una bomba carta?

Questo è quello che si vede dal video e dunque ci chiediamo, in tutta serenità, senza voler istillare certezze ma solo domande, come mai gli Steward nella casualità di un evento come il lancio e lo scoppio di un petardo si muovono in quel modo?

Dal video si nota anche che alcuni tifosi intimano a chi fa quella ripresa di chiudere subito, di abbassare il telefonino. I dubbi restano ed è bene porre delle domande per amore della verità che è un valore assoluto. Non cerchiamo colpevoli ma solo la verità per fugare via ogni dubbio.

M.C.

Articoli correlati

“Giornalista per un giorno”, ottavo premio in nome di Sergio Vantaggiato

Redazione

Benevento, il tecnico Caserta: “Lecce, squadra forte”

Redazione

Mercato, nuova faccia per il Brindisi

Redazione

L’ex Braglia ferma il Catania. Il Lecce a + 6. Lucarelli punge il Lecce, ma esalta l’ambiente

Redazione

Serie C Girone c, vincono V. Francavilla e Taranto. Risultati e classifica

Redazione

Altro 1-1 per il Lecce: ad Alessandria la riprende Coda

Redazione