Happy Casa Brindisi: una domenica di cuore, solidarietà e sport

BRINDISI – Il 24 aprile 2022 sarà una domenica veramente particolare per Brindisi che aprirà le porte del PalaPentassuglia mattina e pomeriggio; dalle ore 08:00 alle ore 12:00 largo alla Giornata della Solidarietà e dalle 18:30 palla a due della sfida con Trieste che può valere una stagione.

La società guidata dal presidente Marino insieme all’Avis Comunale di Brindisi, ha organizzato l’undicesima edizione della “Giornata della Solidarietà”, utile ad incentivare la donazione di sangue. L’iniziativa torna dopo due anni di stop causa emergenza sanitaria.

Un’autoemoteca gestita dallo staff medico accoglierà tutte le persone che vorranno donare il sangue e dopo la donazione verranno omaggiate con un biglietto per assistere all’importante match del pomeriggio tra Brindisi e Trieste. Potranno donare persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni, i requisiti sono un peso corporeo superiore ai 50 kg e la non assunzione di farmaci antinfiammatori negli ultimi 5 giorni, antibiotici e antistaminici negli ultimi 15 giorni. Ci sarà la partecipazione dei giocatori della Happy Casa Brindisi.

Una bella iniziativa che anticiperà il calore della passione per la grande sfida con Allianz valida per il turno 28 della regular season della Legabasket Serie A per cui sarà possibile acquistare i biglietti del palazzetto pronto ad accogliere il 100% dei supporters brindisini.

I prezzi vanno dai 14 euro delle Tribune Gialla e Verde, ai 30 euro della Tribuna Blu; invece, Parterre dai 100 ai 14 euro e vista l’importanza della sfida sicuramente i tifosi risponderanno positivamente.

Happy Casa Brindisi staziona da anni nelle zone nobili della classifica del massimo campionato di basket nazionale e in questa lunga stagione ha dovuto fare i conti con qualche errore in fase di programmazione per quanto riguarda l’allestimento e anche con tanta sfortuna, Covid compreso e infortuni vari. Per la gara contro Allianz coach Vitucci spera di recuperare Udom e Adrian e di potersi giocare tutte le sue carte sui legni di casa, di fronte ai propri tifosi sperando di voltare pagina dopo ben cinque sconfitte consecutive e di aggiungere i due punti necessari in classifica che servono per mettere il punto esclamativo sulla salvezza, per ripartire poi a programmare il futuro in una città, Brindisi, che vive di basket.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*