Morì di parto a 34 anni: niente archiviazione, altre indagini per Francesca

SALENTO – Tre anni fa la morte di Francesca Schirinzi, una giovane donna 34 anni, di Castrignano del Capo, incinta del suo secondo figlio, deceduta nell’ospedale di Oderzo, in provincia di Treviso subito dopo averlo dato alla luce.

Una tragedia inaspettata che ha distrutto una famiglia e sulla quale è in corso un’inchiesta con quattro medici iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo.

“Francesca quel giorno è arrivata in ospedale in condizioni fortemente compromesse. Chiunque- dice l’avvocato Cosimo Miccoli che rappresenta il marito- avrebbe immediatamente provveduto ad un parto cesareo e tutto, probabilmente, sarebbe andato come doveva”. Invece i medici hanno continuato a somministrare dell’ossitocina a Francesca per farla partorire naturalmente. La donna ha avuto tre arresti cardiaci, uno dietro l’altro, poi è morta in sala operatoria dopo aver dato alla luce il figlio che ora è un bel bambino.

Dopo l’autopsia e tutte le perizie e consulenze, il pm inquirente ha chiesto l’archiviazione della vicenda alla quale la famiglia si è opposta.

Il gip per le indagini preliminari Piera De Stefani, nell’udienza di qualche giorno fa ha respinto la richiesta di archiviazione ed ha accolto in pieno la tesi dell’avvocato Miccoli su ulteriori approfondimenti.

Il gip ha concesso altri sei mesi di indagini. “Dopo l’autopsia- scrive- permane l’incertezza sulle cause della morte attribuita per via deduttiva logica dai consulenti del pm e della difesa ad un’embolia amniotica, dai consulenti delle parti civili invece ad un arresto cardiaco indotto da una non corretta ed eccessiva somministrazione di ossitocina durante il parto”.

La morte di Francesca è avvenuta il 13 marzo del 2019 a Oderzo, dove viveva insieme al marito. Dopo la sua morte l’uomo è tornato nel Salento con i due figli che ora vengono cresciuti dalla nonna paterna che il piccolo chiama mamma.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*