Uccise il gattino Pero e aggredì i sanitari: riaccompagnato alla frontiera

LECCE – Ha ucciso brutalmente, nel centro storico di Lecce, il gattino Pero. Poi, accompagnato in ospedale per un tso, ha aggredito i sanitari causando a un medico e a un infermiere ferite guaribili in 20 e 5 giorni. È stato ora accompagnato alla frontiera il cittadino sloveno di 40 anni, K.L., allontanato dagli agenti della Divisione Immigrazione della Questura di Lecce. Il provvedimento, disposto dal Questore, prevede un divieto di reingresso in Italia della durata di 5 anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*