Sport

Baroni: “La mia squadra ha un sistema di gioco compatto, solido e funzionale”

LECCE – (t.d.g.) Anche Baroni avrebbe voluto di più che semplici pareggi nelle ultime partite, ma offre un’analisi più specifica dei semplici risultati. “Il nostro sistema di gioco è solido, compatto e funzionale – dichiara Baroni nella conferenza stampa di vigilia -, in settimana ho letto qualcosa circa la difesa e allora voglio fare una breve analisi: il Lecce è primo nel differenziale tra tiri nello specchio fatti e subiti; ha il miglior differenziale tra i tiri totali fatti e subiti. E ha il miglior differenziale tra pali colpiti e subiti. E la mia squadra ha pure la migliore differenza reti. Abbiamo preso dieci pali, ne avessimo preso qualcuno in meno forse avremmo qualche punto in più. Io non cerco mai alibi, la critica ci stimola e ribadisco la mia squadra ha un sistema di gioco che funziona, perciò siamo arrivati ad avere un’identità forte. E quando siamo andati sotto abbiamo recuperato. In questo campionato ci sono club che hanno investito tanto, però non mi risulta che le vincano tutte. I nostri pareggi contro Alessandria e Como non sono arrivati contro compagini allo sbando”.

E adesso sotto con il Crotone per tornare alla vittoria. “Il Crotone era una delle squadre favorite per la promozione – sostiene -, è andato in difficoltà nonostante gli investimenti fatti. Però sta bene nonostante le ultime due sconfitte. Dobbiamo scendere in campo con coraggio e determinazione. Il 4-2-3-1? È una variante, dipende dalle partite, ma non è il nostro vestito tattico. A me non piace cambiare a meno che non ci siano dei vantaggi”.

Tra i convocati tornano Tuia, Bleve e Asencio. Le scelte per l’undici di partenza sono fatte, ma Baroni tiene tutti sulla corda. In difesa, al fianco di Lucioni, dovrebbe giocare uno tra Tuia e Simic. Sulle corsie esterne Gendrey e Gallo.

A centrocampo al posto dello squalificato Gargiulo potrebbe giocare Bjorkengren con Majer a destra di nuovo titolare. “Abbiamo tre interni – aggiunge -, due giocheranno, un altro entrerà in corsa”. Mentre in attacco rientra dalla squalifica Strefezza, il quale completerà la linea offensiva formata da Coda e Ragusa annunciato titolare per la sfida contro il Crotone. “Devo ancora decidere. Ragusa sta bene dal punto di vista fisico. Molto probabile che possa partire dall’inizio – spiega -. Asencio ha svolto anche oggi un lavoro differenziato, ma viene in panchina. Oltre all’infortunio era reduce pure dall’infezione al virus e questo ha allungato i tempi”.

Arbitrerà la partita Ghersini di Genova. L’ultima volta che il fischietto genovese ha diretto una partita del Lecce è stato al Via del Mare in occasione della partita contro il Parma vinta 4-0 dai giallorossi

Articoli correlati

Lecce, Pierret è arrivato all’Aeroporto del Salento

Massimiliano Cassone

Lecce: ceduto Pascalau al Fotbal Club Dinamo 1948 București

Redazione

Lecce: è il giorno di Morente

Massimiliano Cassone

Lecce, Falcone osservato speciale. In Serie A è terzo

Tonio De Giorgi

Taranto, Giove – Capuano: secondo appuntamento

Francesco Friuli

Virtus Francavilla dopo Montervino ecco Ginestra

Redazione