Green pass e obbligo vaccinazione per over 50: cosa cambia dal primo febbraio

PUGLIA- L’emergenza sanitaria non molla e dal primo febbraio scatteranno nuove restrizioni. In particolare sarà necessario avere il Green pass base – (che si ottiene con il vaccino, se si è guariti dal Covid, o con un tampone negativo effettuato 48 ore prima se antigenico o 72 ore se rapido) – per entrare nei negozi,  nei principali uffici e attività, poste, banche e librerie comprese.

I titolari o gestori degli esercizi non sono obbligati a verificare il possesso del Green pass, ma possono effettuare dei controlli a campione.

Resta consentito il libero accesso, tra gli altri, nei negozi di generi alimentari, in quelli per la vendita del cibo per gli animali domestici, nei distributori di carburante, nei negozi di vendita di articoli igienico-sanitari, in farmacie, parafarmacie e ottici, nelle edicole all’aperto.

Sempre dal 1 febbraio, scatta l’obbligo di vaccino per gli over 50. Per circa 1 milione e mezzo di persone che non si sono sottoposte al vaccino c’è il rischio multa, una sanzione una tantum di 100 euro. Saranno esentate, ovviamente, le persone che non hanno fatto il vaccino per motivi di salute, salvo la presentazione di una certificazione medica. I controlli per le sanzioni saranno fatti a campione. Il 15 febbraio entrerà invece in vigore l’obbligo del Super Green pass per tutti i lavoratori over 50. Chi verrà sorpreso senza il certificato rischia una multa che varia dai 600 ai 1.500 euro. Chi, invece, non presenterà la documentazione sarà considerato assente ingiustificato con la sospensione dello stipendio, ma mantenendo comunque il lavoro.

Per quanto riguarda l’obbligo di mascherine all’aperto su tutto il territorio nazionale – compresa la zona bianca – , il Consiglio dei ministri ha intenzione di prorogare il provvedimento solo per 10 giorni, stesso discorso per la chiusura delle discoteche, che dunque dovrebbero riaprire i battenti nel weekend che precede la festività di San Valentino.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*