Provinciali: vincono Delli Noci e Leo per il centrosinistra. Marti, Pagliaro e Mellone nel centrodestra

LECCE- Coalizioni spaccate ma prendono batoste i partiti tradizionali. L’alleanza tra Delli Noci e Leo schiaccia Pd e partiti di sinistra. Nel Centrodestra sparisce Forza Italia e vincono Marti e Pagliaro rispetto a Fratelli d’Italia.

Nuovi equilibri nelle coalizioni. I partiti della sinistra, assieme al Movimento Cinque Stelle, strappano 4 consiglieri di cui 3 per il Partito Democratico (Morciano, Santacroce e Povero) e Volpe di Articolo Uno, riferimento dell’on. Ernesto Abaterusso. Per i sette delle civiche, con a capo Delli Noci e Sebastiano Leo, 5 della civica dell’assessore regionale allo sviluppo economico (Fina, De Matteis, Tarantino, De Marco e Mangione), uno per l’assessore alla Pubblica Istruzione Leo che elegge il fratello Antonio e il settimo riferimento dell’ex Senatore Ruggeri. Non eleggono alcun consigliere i grillini.

Nel Centrodestra si evince la scomparsa di Forza Italia, la lista voluta dal consigliere regionale Paride Mazzotta, ed il forte ridimensionamento di Fratelli d’Italia che ne eleggono due, Stabile e De Vitis.

Sul totale dei cinque consiglieri tre sono espressione dell’alleanza Lega (Maggiore), Movimento Regione Salento del consigliere regionale Pagliaro (Casarano) ed Andare Oltre di Pippi Mellone con Tollemeto.

“Per la nostra lista, Civica Salento, è una grande vittoria e rappresenta il fulgido esempio della nuova frontiera della politica” così Marti, Pagliaro e Mellone convinti che “ancora una volta è stata premiata la politica che interagisce con i territori e con le persone premiando il civismo nel vero senso del termine… con la stessa visione di tutela, difesa, e promozione del Salento”. I tre dicono chiaramente che nell’area di centrodestra il civismo si dimostra la vera forza aggregante per guardare al futuro con ottimismo”. “Andiamo a testa alta, dopo una competizione in cui abbiamo conquistato circa 4.500 voti: numeri importanti, considerando che abbiamo gareggiato da soli e tanto basta per spronarci a ripartire da qui”, questa la speranza del consigliere Mazzotta dopo la debacle di Forza Italia.

Per Fratelli d’Italia, attraverso il segretario provinciale Congedo e regionale gemmato, soddisfazione ma anche convinti che l’esito non positivo delle elezioni provinciali sia scaturito per la spaccatura del centrodestra.

Per il Centrosinistra parla in prima persona il Presidente della Provincia, per Stefano Minerva “la grande partecipazione ha confermato i risultati attesi: il progetto politico Emiliano-Minerva si conferma maggioranza in Provincia di Lecce, con ben 11 consiglieri provinciali su 16 che daranno continuità all’azione politico-amministrativa fin qui svolta. Così come accaduto durante la scorsa consiliatura, auspico che anche dagli eletti di tutte le altre liste ci possa essere una proficua collaborazione sui temi”. Esulta Alessandro Delli Noci: “Un risultato straordinario… ed un risultato che ci dice quanto sia forte l’esigenza degli amministratori locali di creare una rete civica e costruire un percorso politico che metta al centro le battaglie di valorizzazione, tutela e sviluppo dei territori. Ora”, per l’assessore allo sviluppo economico, “la Provincia di Lecce deve ritornare ad essere un ente di programmazione e supporto ai comuni e occuparsi di pianificazione strategica e piani di sviluppo anche attraverso il supporto costante e la collaborazione della Regione Puglia. Da parte mia, sono molto soddisfatto del risultato della lista civica “Insieme per il Salento”. Soddisfazione da parte di Abaterusso e Piconese, per l’elezione del consigliere Volpe, ed alcun commento da Pd e da parte grillina.

Non eletti alcuni candidati riferimenti della Presidente del Consiglio Regionale, Loredana Capone, del senatore Stefano e del consigliere Metallo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*