Puglia – Da oggi “zona gialla”: non cambia nulla, ma dal primo febbraio sì

PUGLIA – Il passaggio dalla zona bianca a quella gialla non porterà cambiamenti almeno per le persone vaccinate e in possesso di super green pass. L’avvio della settimana con la Puglia in una fascia di colore diversa, così come deciso dal ministro della salute sulla base del superamento della soglia critica di occupazione di posti letto negli ospedali,  non porterà quindi a chiusure di attività o divieti.

Per i vaccinati non cambia nulla, se non l’obbligo di mascherina all’aperto anche dopo il 31 gennaio (limite di tempo stabilito, anche in zona bianca  dal “Decreto Natale”).

Le modifiche riguarderanno soltanto coloro che non hanno il super green pass: non potranno accedere cioè, neanche con esito di  tampone negativo alla mano, a ristoranti, bar, cinema e teatri,

alberghi, sale da concerto e locali di intrattenimento al chiuso,  mostre e musei, stadi e palazzetti dello sport, centri benessere e termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali.

 Anche l’ utilizzo di mezzi di trasporto pubblico o privato di linea, è consentito solo a chi ha il Super Green Pass e con mascherina Ffp2.

Basta il green pass base per lavorare, eccetto per coloro per i quali è previsto l’obbligo vaccinale, quindi per chi ha più di 50 anni.

E’ dal primo febbraio che ci saranno ulteriori restrizioni: il green pass sarà obbligatorio per entrare in banca e nella Posta, anche per il ritiro della pensione, nei negozi e nelle tabaccherie.

Dove non servirà il green pass? Il Dpcm ha stabilito che le uniche attività esentate sono “solamente quelle di carattere alimentare e prima necessità, sanitario, veterinario, di giustizia e di sicurezza personale”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*