Bologna espugna il PalaPentassuglia, con Happy Casa Brindisi termina 76 – 83

BRINDISI – I campioni d’Italia in carica espugnano il PalaPentassuglia battendo Brindisi per 83 a 76 dopo una gara rocambolesca.

La Virtus Segafredo Bologna inizia al piccolo trotto, ed il primo quarto termina per 16 a 19 e Brindisi sembra poter mettere in difficoltà il quotato avversario.

Nel secondo quarto regna ancora l’equilibrio e termina 39 a 36 per Brindisi.

Al rientro dagli spogliatoi però Bologna alza i ritmi e mette la freccia lasciando a meno 14 l’avversario; alla fine del periodo il risultato è 48-62.

Nell’ultimo quarto però Brindisi tira fuori l’orgoglio, con le triple di Josh Perkins e con Visconti e con la tripla di Udom e si porta sul 67 a 66; ma alla fine ritorna la prepotenza di Bologna e gli errori dalla lunetta di Brindisi che nonostante la grande rimonta cede il passo ai campioni d’Italia che la chiudono a 73-86 in un finale in cui le emozioni si rincorrono.

I padroni di casa escono a testa alta ma assaporano ancora una volta il gusto amaro della sconfitta ed anche la diciassettesima giornata può andare in archivio.

La squadra di Vitucci sarà impegnata domenica 30 gennaio in trasferta nel posticipo in casa della Dinamo Sassari alle ore 20:45.

 

IL TABELLINO

HAPPY CASA BRINDISI-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: 76-83 (16-19, 39-36, 48-62, 76-83)

HAPPY CASA BRINDISI: Adrian 4 (2/4, 0/1, 8 r.),  J. Perkins 18 (4/5, 2/8, 4 r.),  Ulaneo ne,  Visconti 9 (1/1, 2/4), Gaspardo 6 (3/6, 0/1, 3 r.), Redivo 6 (3/7, 0/2, 4 r.), Chappell 16 (2/2, 4/7, 5 r.), Clark (1 r.), Udom 6 (1/1, 1/2, 2 r.), N. Perkins 11 (3/9, 0/2), Antonaci ne, Fusco ne. All.: Vitucci.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Tessitori (4 r.), Belinelli 12 (1/1, 2/10, 1 r.), Pajola 6 (3/4, 0/2, 6 r.), Alibegovic 13 (2/3, 3/5, 1 r.), Ruzzier (0/1, 0/1, 2 r.), Jaiteh 9 (4/4, 7 r.), Alexander, Ceron ne, Sampson 13 (4/5, 2 r.), Cordinier 14 (4/7, 2/4, 3 r.), Barbieri ne, Weems 16 (5/10, 2/6, 7 r.). All.: Scariolo.

ARBITRI: Paternicò, Quarta, Valzani .

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*