Attualità

Opere commissariate: in Puglia criticità per 6 su 8, c’è anche la Ss 275. Il REPORT ministeriale

22 275

ROMA/PUGLIA – Complessità delle procedure, ottenimento di provvedimenti di VIA o pareri afferenti al Ministero dei Beni Culturali: per l’uno o per l’altro motivo, sei su otto delle opere commissariate in Puglia presenta criticità. Quelle che il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile indica con “semaforo giallo” nel report stilato annualmente e dal quale si evince questo nuovo dato. Il rapporto , nelle scorse ore, ha raggiunto il Parlamento.

I lavori, nel caso di criticità indicate con il giallo, non sono stoppati. Ma il cronoprogramma è alterato rispetto all’ipotesi originaria di fine lavori. Difficoltà che rallentano la realizzazione delle opere e che lanciano l’allarme: considerata la rigidità dei vincoli europei sui tempi entro cui vanno spese le risorse del PNRR, i fondi rischiano di tornare all’Unione Europea.

Tra le infrastrutture il cui percorso di realizzazione appare ancora critico nel Salento c’è anche la Statale ss275, la Maglie Leuca. Stiamo ancora parlando del primo lotto, appunto commissariato.

Criticità di vario genere anche sulla tratta Termoli-Lesina per il completamento del raddoppio Pescara – Bari, sulla tratta ferroviaria Napoli – Bari, sull’adeguamento del tratto tra Foggia e San Severo e della Tangenziale Ovest di Foggia della Strada Statale 16 Adriatica, sull’adeguamento della statale 89 Garganica e sul Parco della Giustizia di Bari. Le uniche opere che, invece, sembrano viaggiare senza intoppi sono la direttrice ferroviaria Taranto – Metaponto – Potenza – Battipaglia e il comando dei Vigili del Fuoco della BAT a Barletta.

Dati che, commenta il deputato forzista Gianluca Rospi (che per primo lancia l’allarme), dovrebbero spingere a “rilanciare il modello Genova, per velocizzare l’esecuzione delle opere”.

Nell’aprile dello scorso anno il Governo ha stabilito disposto l’intervento su 57 cantieri, nominando 29 commissari. Il 44,1% delle risorse sono state localizzate al Sud.

Ad Agosto è subentrata poi la nomina di altri 20 commissari, per la realizzazione di 45 opere aggiuntive. Costo stimato: 14 miliardi di euro, di cui il 32% destinato al Mezzogiorno. Proprio in questa seconda fase sono stati aggiunti il Polo della Giustizia di Bari (segnalato nel report con medie criticità procedurali) e il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco della BAT (una delle due opere “mosche bianche” in Puglia, segnalate con semaforo verde e dunque senza criticità). Per le altre, invece, il percorso è ancora in salita.

E.FIO

Articoli correlati

Sindaco e Giunta in visita dall’Arcivescovo: “insieme coltiveremo la cura della città”

Redazione

Addio a Riu, il “gorilla triste” di Fasano

Redazione

Presentato alla comunità di Salve il Piano urbanistico generale

Redazione

Polizia locale, controlli straordinari per garantire la sicurezza

Barbara Magnani

Palazzo Carafa “Aperto alle emozioni”: “Benvenuti a casa vostra”

Barbara Magnani

Incontro del MRS, Pagliaro: “Terme punto focale del futuro del territorio”

Barbara Magnani