Covid, positivo il 15% dei test e altre 4 vittime. Campagna vaccinale prosegue a tambur battente

PUGLIA – Sono esattamente 8.384 i nuovi casi di coronavirus rilevati in Puglia nelle ultime 24 ore: positivo il 15,3% dei 54.677 test giornalieri registrati.

Si registrano poi altre 4 vittime. La province più colpite sono quella di Bari, con 2.621 casi; segue Lecce con 1.572; Foggia con 1.210 e Taranto con1.162. Nella Bat i casi sono 875 e nella provincia di Brindisi 852.

Le persone attualmente positive in tutta la regione salgono a 118.307, delle quali 593 sono ricoverate in area non critica e 61 in terapia intensiva.

Buone notizie sul fronte vaccini.

Sono 7.700 le somministrazioni effettuate nelle prime due notti di vaccinazione dedicate alla fascia 12-19 anni. L’iniziativa denominata “La notte è giovane” è stata programmata per tre domeniche consecutive, inclusa quest’ultima, in 34 hub pugliesi. Il dato, dunque, non è ancora definitivo.

Il successo dell’iniziativa si riflette anche sui dati percentuali delle terze dosi ai giovani pugliesi, con un significativo incremento in queste ore anche rispetto alla media nazionale.

Per la fascia 12-19 anni in Puglia:

-il 14% ha ricevuto la terza dose/richiamo (+2,6% della media nazionale).

-l’84% ha ricevuto almeno una dose (+3,5% della media nazionale).

-il 78% ha ricevuto la seconda dose (+5,1% della media nazionale).

Le prenotazioni sono ancora aperte e si possono effettuare mediante il sito http://lapugliativaccina.regione.puglia.it/, presso i CUP e i FarmaCup da parte dei genitori, tutori, affidatari dei minori, scaricando contestualmente la modulistica da compilare e consegnare ai punti vaccinali

La Puglia è sempre in testa alla classifica nazionale per la vaccinazione della fascia 5-11 anni, con il 39,4%. Tradotto:16,7 punti sopra la media nazionale.

Il 5% della fascia in età pediatrica ha già ricevuto la seconda dose.

Per quanto riguarda la popolazione pugliese over12, il 54% ha già ottenuto la terza dose o richiamo (+4,8% della media nazionale).

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*