Lecce subito in campo, Pordenone nel mirino. Arbitra Colombo di Como

Marco Baroni, 58 anni, allenatore del Lecce (foto P.Pinto)

LECCE – Dopo aver appreso la notizia del rinvio a data da destinarsi della gara con il Vicenza, causa Covid sulla sponda biancorossa, Marco Baroni ha dovuto cambiare il programma di lavoro del Lecce che ritorna in campo subito, con un allenamento mattutino al Via del Mare, per preparare la trasferta di domenica pomeriggio con il Pordenone, valida per la 19^ giornata del campionato di serie B, che si giocherà alla 16:15 e sarà arbitrata da Andrea Colombo di Como, assistito da Giovanni Baccini di Conegliano e da Francesca Di Monte di Chieti, Federico Longo sarà il quarto, mentre in Sala video agiranno Daniele Paterna di Teramo e Christian Rossi di La Spezia.

Tutto era pronto per affrontare la squadra di Brocchi che è rimasta bloccata in Veneto dal virus adesso però bisogna mantenere alta la concentrazione perché è veramente difficile rimanere in attenzione dopo un mese senza calcio giocato, ricordiamo infatti che l’ultima gara disputata dai giallorossi fu quella a La Spezia di Coppa Italia del sedici dicembre dove maturò una bellissima vittoria per 2 a 0 con i gol di Listkowski e Calabresi ed il passaggio del turno. In campionato invece l’ultima uscita è stata a Pisa l’undici dicembre nella rocambolesca e sfortunata sconfitta decisa dal gol di Sibilli.

Fortunatamente per mister Baroni quasi tutta la rosa è a disposizione tranne Bleve, Paganini e Vera, e quindi avrà da scegliere ma è anche vero che le riprese dopo le soste non hanno mai portato bene al Lecce, quindi allo Stadio “Guido Teghil” di Lignano Sabbiadoro i giallorossi sono chiamati a pescare l’eccezione che confermi l’antipatica regola. I ramarri di Tedino stazionano al penultimo posto della classifica con 8 punti frutto di una vittoria e cinque pareggi, al passivo hanno quindici sconfitte e 32 gol subiti, mentre sono 15 quelli realizzati. Numeri crudi e nudi che però obbligano il Pordenone a giocare il tutto per tutto per cercare una vittoria utile a non staccarsi ulteriormente dal gruppo che lotta per la salvezza.

Non sarà una gara scontata e facile. Il Lecce poi il 20 andrà a Roma per giocare la Coppa Italia e il 23 riceverà la Cremonese al Via del Mare per la prima giornata del girone di ritorno; in queste tre gare, così come determinato dagli organi decisori, potranno esserci, massimo 5mila spettatori e saranno chiusi i settori ospiti; quindi, tutti i tifosi del Lecce che avevano già acquistato il biglietto per la gara nella Capitale potranno chiedere il rimborso.

Dunque, il Covid sta dettando il ritmo in questo strano gennaio in cui è tornata l’ansia a causa della risalita dei contagi e quel che accadrà nei prossimi giorni lo scopriremo, per adesso si naviga a vista, nel mare dell’incertezza.

 

M.C.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*