La Serie B attende il covid: il 13 Lecce in campo contro il Vicenza

LECCE (G. Serafino) – Si naviga a vista nel calcio italiano. Il dilagare del contagio da covid19 anche nel mondo dello sport fa vivere ore frenetiche a squadre e tifosi. In Serie B si è deciso di fermarsi prima di Natale, proprio quando molte compagini iniziavano a fare i conti con nuovi casi di positività. In casa Lecce i primi due tamponi positivi rintracciati alla vigilia della sfida contro il Vicenza hanno spinto ASL e Lega e posticipare la gara valida per la 18esima giornata e di rinviare l’ultimo turno del girone d’andata e la prima giornata di ritorno.

Ufficialmente si tornerà in campo per il recupero della gara non disputata il prossimo 13 gennaio, virus ovviamente permettendo. A Lecce si è riusciti ad evitare lo scoppio di un focolaio: attualmente sono due gli elementi della rosa in isolamento poiché positivi, mentre i primi due giocatori che avevano riscontrato il covid sono rientrati a piena disposizione di mister Baroni. Nessuna situazione allarmante per i giallorossi, quindi, mentre in casa Vicenza la situazione è ben diversa.

Subito dopo la trasferta “a vuoto” in Salento, i biancorossi hanno riscontrato decine di casi di calciatori e componenti dello staff tecnico positivi: una situazione di assoluta emergenza che però col passare dei giorni sta mano mano rientrando. Nelle ultime ore, infatti, il Lanerossi ha fatto sapere che due calciatori e un membro dello staff, risultati positivi in precedenza, si sono ora negativizzati, facendo così restringere la cerchia degli esclusi. Il resto del gruppo, invece, si è sottoposto compatto alla somministrazione della terza dose del vaccino..

Al momento, quindi, le date fissate dalla Lega di B per i recuperi e per i successivi turni di campionato restano confermate, anche se la situazione viene monitorata giorno dopo giorno.

A fare da sfondo a questa situazione c’è anche il calciomercato. Il Lecce nei primi giorni di trattative ha comunicato le cessioni di Bjarnason e Felici, così come quella di Meccariello alla Spal. Tutto fatto, invece, per l’ingaggio di Raul Asencio. L’attaccante 23enne, spagnolo ma di origini brasiliane, torna a giocare in Italia dopo le esperienze con Benevento, Cosenza e Spal. Il giocatore si è svincolato nei giorni scorsi dall’Alcorcòn ed è pronto e legarsi al Lecce a a parametro zero e a titolo definitivo. Sarà lui l’alternativa a Massimo Coda.

A proposito di Coda, il bomber, unitamente a Tuia e Di Mariano, ha superato il problema fisico che lo ha attanagliato per un mese esatto: i loro rientri sono una vera e propria boccata d’ossigeno per mister Marco Baroni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*