ADHD, Pagliaro: “La Regione garantisca assistenza per bambini e adolescenti”

PUGLIA – Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani e Presidente MRS: “ADHD: dietro questo acronimo si nasconde un mondo di sofferenza, dovuto ai disturbi da deficit di attenzione o iperattività. È un problema evolutivo dell’autocontrollo che riguarda molti bambini e adolescenti e che affligge le loro famiglie, spesso impreparate e lasciate sole ad affrontare disturbi anche gravi: difficoltà di attenzione e concentrazione, incapacità di controllare gli impulsi e il livello di attività. L’ADHD non è una normale fase di crescita da superare né il risultato di una disciplina educativa inefficace, ma un vero e proprio disturbo che genera sconforto e stress in chi ne soffre, nei genitori e negli insegnanti.
Ecco perché servono una preparazione e un’assistenza adeguate per fornire una terapia comportamentale che non può essere improvvisata. A bambini e adolescenti con ADHD dev’essere garantita un’istruzione pubblica in grado di offrire un ambiente scolastico il meno restrittivo e il più inclusivo possibile, nel quale abbiano l’opportunità di interagire con i coetanei e sviluppare appieno le loro capacità. E, fuori dalla scuola, dev’essere assicurata la presa in carico da parte dei Servizi Territoriali per un intervento integrato che coinvolga la famiglia, la scuola e l’unità funzionale di salute mentale per l’infanzia e l’adolescenza territoriale, in modo da poter concertare un lavoro di squadra davvero efficace. Servono percorsi formativi specifici, come ad esempio il Coping Power Program, per insegnare a gestire la rabbia e l’impulsività dei soggetti con ADHD.
Questo purtroppo non avviene, ce lo dicono tanti genitori in difficoltà che sono letteralmente abbandonati nel compito difficilissimo di gestire questi bambini e adolescenti. Perciò ho presentato un’interrogazione urgente, rivolta al presidente-assessore alla sanità Michele Emiliano, per avere un quadro preciso del tipo di assistenza offerta sul territorio regionale e in Salento per i minori con ADHD.
Da una corretta assistenza dipende il loro benessere e il loro futuro, è un servizio irrinunciabile che la Regione ha il dovere di fornire per sostenere la crescita di questi bambini che hanno bisogno di un aiuto speciale”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*