Covid, Udicon lancia l’allarme e sollecita controlli: “Forte rischio di speculazioni sui prezzi dei tamponi”

PUGLIA – Più richieste per effettuare tamponi, ed il rischio di speculazioni è dietro l’angolo. L’UDICON lancia l’allarme e sollecita controlli suui prezzi

Gli indici epidemiologici di questi giorni rilevano dati elevati del contagio al COVID anche in Puglia e nel Salento. E lo stesso incremento avviene di ora in ora per il numero dei tamponi, sia antigienici che molecolari., così come dimostrato dalle lunghe file di auto e perone nelle postazioni drive e presso le farmacie (oltre 50.000 test analizzati in Puglia nelle ultime 24 ore). Questi dati elevati riguardanti i test, hanno purtroppo provocato una diffusa speculazione sui costi dei test, sia molecolari, sia antigienici, e anche i test rapidi. L’U.Di.Con (Unione per la Difesa dei Consumatori) Regionale, in queste ore, ha registrato numerose segnalazioni, presso le proprie sedi e i propri canali social, di persone che, sorprendentemente, hanno pagato cifre elevate per i test (da 75 a 90€ per i tamponi, da 15 a 20€ per i test rapidi). Inoltre, si rileva che la libera vendita di test rapidi, acquistati a caro prezzo, non è controllata in quanto impedisce che eventuali casi positivi siano tracciati, comportando una diffusione abnorme e incontrollata del virus. L’Udicon ha già allertato gli organi preposti a prevenire ogni forma di possibile speculazione sui bisogni delle persone (Prefettura – Camera di Commercio – ASL ed Enti locali). L’invito è quello di denunciare eventuali speculazioni in una fase così difficile e complicata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*