Brindisi ha eletto il nuovo Consiglio Provinciale. Vince il centro sinistra, a secco Lega e M5S

BRINDISI – Il centro sinistra ha vinto le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale di Brindisi, conquistando otto dei dodici seggi a disposizione.

Il più suffragato è stato a sorpresa il sindaco di Villa Castelli Giovanni Barletta che ha superato il sindaco di Mesagne Toni Matarrelli, ma questo non determinerà alcun cambiamento nelle scelte che proprio il centro sinistra compirà a seguito delle annunciate dimissioni del presidente Riccardo Rossi. Sarà proprio Matarrelli, infatti, a svolgere le mansioni di presidente facente funzioni fino al prossimo appuntamento elettorale quando si presenterà come presidente effettivo al giudizio degli elettori.

Tra le opposizioni, invece, fa notizia la mancata conquista di seggi da parte del Movimento 5 Stelle che aveva rifiutato la proposta di lista unitaria con il PD, presentandosi con una propria lista che non ha ottenuto il quorum per essere presente nel prossimo consiglio provinciale.

Dei restanti quattro seggi, pertanto, tre ne sono stati assegnati a Fratelli d’Italia – presentatasi con una lista autonoma – e uno a Forza Italia, mentre la Lega – presente nella stessa lista degli azzurri – è rimasta a secco, a dimostrazione di una crisi di rappresentanza in provincia di Brindisi.

E’ evidente che il risultato elettorale relativo al consiglio provinciale potrà determinare qualche scossone anche nelle amministrazioni comunali e nei vertici dei partiti politici, a qualsiasi schieramento appartengano.

Mimmo Consales

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*