Baroni di Coppa: “Gara importante, motivazioni a mille, vogliamo fare bene”

Marco Baroni, 58 anni, allenatore del Lecce

LECCE – Un altro impegno importante per il suo Lecce, quello di Coppa Italia al “Picco”, contro un avversario di categoria superiore, lo Spezia, per valutare ancora una volta le potenzialità del suo Lecce. Marco Baroni presenta così la gara secca, valida per i sedicesimi di finale, contro i liguri in cui ci saranno spazio per lo seconde linee: “Non vorrei chiamarlo turnover, ma intanto è una preparazione al Vicenza e poi c’è la possibilità per chi ha avuto meno spazio di avere una vetrina importante. Poi, ci sono i cambi, con annessa possibilità di minutaggio anche per chi ha giocato di meno. Ciò che è certo -ha dichiarato il mister toscano- è che sarà partita vera. Chi ha giocato meno può anche trovare spazio in ottica campionato. Se qualcuno dei ragazzi ha voglia di farmi capire che sto sbagliando io non vedo l’ora di saperlo. Non ci sono preclusioni verso nessuno”.

In porta ci sarà sicuramente Marco Bleve e poi il tecnico dei giallorossi svela qualche altra scelta: “Giocherà sicuramente Bleve, ragazzo che ha sempre fatto bene quando chiamato in causa; è sempre tra chi tira e carica il gruppo. Considero un titolare anche lui. Pensare a titolari e riserve appartiene al passato, il calcio del futuro richiede una formazione allargata. Giocheranno sicuramente Olivieri, Rodriguez e Listkowski in attacco. Mi aspetto segnali importanti che a Pisa ho avuto nonostante il k.o. Chi è entrato ha dato un contributo importante. Non voglio cadere nella polemica in alcun modo, ma devo fare una precisazione: Olivieri partirà ancora al centro, non merita di essere sulla graticola. La gente si aspetta un Coda ma non è Coda, ha altre caratteristiche e gli chiedo altre cose. Rodriguez cerco di metterlo sempre nelle migliori condizioni, cerco di sostenerlo in ogni maniera e sto avendo risultati importanti. Non dimentichiamoci che sono ragazzi giovani e non dimentichiamo quello che è l’indirizzo della società, ovvero gettare le basi per fare ancor meglio in futuro e far crescere i ragazzi”.

Francesco Di Mariano non fa parte della lista dei convocati: “Per lui si tratta di un affaticamento. Contiamo di recuperarlo per il Vicenza anche se non sappiamo per quando sarà disponibile. Stanno comunque lavorando tutti bene per arrivare al top“.

La gara contro i liguri potrà essere una vetrina importante anche per chi ha giocato di meno: “Non guardò mai il calciomercato perché non è mio compito. Ci sono Corvino e Trinchera per questo. Questo è un momento particolare, è chiaro, ma lo sarà anche quando riprenderà il campionato dopo la sosta. Ci sta che qualche elemento, anche di quelli che giocheranno domani, avrà un po’ la testa ad eventuali trattative ma io non glielo permetto perché sono stato sempre chiaro con loro. Quando si scende in campo e si lavora, la testa è solo al presente, al Lecce ed ai compiti da assolvere”.

Ci potrebbe essere anche spazio per qualche elemento della Primavera: “Burnete era già con noi in panchina a Pisa, è un ragazzo interessante come altri dei giovani giallorossi che possono essere importanti per il futuro prossimo del Lecce. È possibile che abbia una chance domani. Ho portato anche Felici vista la necessità sugli esterni, con uno Strefezza che non avrà oltre venti minuti”.

Si gioca giovedì alle ore 18:00, arbitra Daniele Marini di Roma 1.

C. Tommasi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*