Violenza su una 15enne in vacanza a Gallipoli, condannato a otto anni

LECCE- Otto anni di reclusione per aver violentato una 15enne in una struttura turistica di Gallipoli. A condannare l’uomo, Roberto Rapisarda, 56enne della provincia di Catania che rispondeva dell’accusa di violenza sessuale aggravata e stalking, il giudice Alcide Maritati al termine del processo in abbreviato. Il gup ha disposto inoltre l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e e dalle strutture frequentate da minori.

Il pubblico ministero Luigi Mastroniani aveva chiesto una condanna a 18 anni. L’uomo lavorava nella struttura turistica di Gallipoli dove la ragazzina si trovava in vacanza. L’indagine è scattata dopo il suo racconto ai genitori e alla successiva denuncia. Il 56enne, con una serie di condanne alle spalle per gravi reati, l’avrebbe violentata nella stanza dell’hotel dopo averla circuita con diversi stratagemmi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*