Confindustria lancia da Brindisi l’ennesimo appello: ascoltateci!

BRINDISI –

Il Ministro per il Sud ha preferito saltare l’appuntamento brindisino, anche se ad attenderla c’erano il presidente di Confindustria Carlo Bonomi ed il Governatore della Puglia Michele Emiliano. Nonostante questa assenza, comunque, proprio da Brindisi – grazie alla sezione locale di Confindustria – sono partiti messaggi chiari all’indirizzo del Governo nazionale, finalizzati ad assicurare maggiore spazio per il Mezzogiorno ed a tenere in considerazione le rivendicazioni del mondo delle imprese.

Il numero uno di Confindustria, come al solito, ha pesato le parole, a tal punto da evitare il contatto con i microfoni dei giornalisti.

Nel suo intervento ha affermato di essere favorevole all’obbligo di vaccinazione, ma si è detto perplesso sul super green pass. E in ogni caso ha ricordato il ruolo fondamentale che le industrie hanno svolto per salvare il paese nella fase più delicata dell’emergenza-covid, aprendo le fabbriche per agevolare le vaccinazioni e organizzando le catene della logistica e della produzione di farmaci. E la battaglia non è ancora vinta.

Quanto all’utilizzo dei fondi del PNRR, invece, si è detto d’accordo con Emiliano sulla necessità di evitare che vadano semplicemente a sostituire quelli che erano già stanziati con fondi nazionali per la realizzazione di opere. Ed ha messo in discussione la capacità della burocrazia di agevolare la realizzazione di opere nei tempi previsti dallo stesso PNRR.

Più incentrate sul sud, sulla Puglia e su Brindisi, invece, le dichiarazioni del presidente Emiliano.

Mimmo Consales

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*