Baroni: “Vittoria importante, giusto piglio. Personalità e autorità”

Marco Baroni, 59 anni, allenatore del Lecce

FERRARA (di Carmen Tommasi) – Il Lecce torna alla vittoria battendo meritatamente al “Paolo Mazza” 3-1 la Spal per il 14esimo risultato utile di fila nel turno infrasettimanale di campionato. Il tecnico Marco Baroni, nel post match, non può che essere soddisfatto per il risultato conquistato dai suoi su un campo difficile e contro un avversario di qualità: “Nella partita con la Ternana si sono concentrati degli episodi superficiali e qualche disattenzione, per questo dobbiamo rimanere sempre concentrati. Oggi mi è piaciuto il piglio -ha chiosato il mister toscano- con cui la mia squadra ha affrontato la gara. Quella di oggi è stata una vittoria importante su un campo difficile e contro una squadra con dei valori importanti. Abbiamo giocato con personalità e autorità, questo mi è piaciuto“.

La squadra ormai ha assimilato bene il nuovo modulo e credo tattico di Baroni, il 4-3-3: “Il nostro è un organico nuovo, con dei giocatori giovani e con un nuovo sistema di gioco, ma c’è qualità  e ho cercato di portare il mio credo tattico. Un calcio offensivo e dinamico, ma dobbiamo lavorare su noi stessi. Senza pensare alla classifica e ai risultati, bisogna pensare solo al lavoro settimanale”.

Piedi per terra e pedalare, perchè il campionato è ancora lungo: “Prima della partita con la Ternana c’è stata una celebrazione, anche sul fatto che non si prendeva gol ecc. ecc., ma  poi con gli umbri abbiamo subito. Adesso, dobbiamo mettere alle spalle questa partita in cui abbiamo fatto una prestazione importante e convincente . Non siamo una squadra che può gestire la partita, quindi dobbiamo correre in avanti, più lo facciamo più possiamo recuperare la palla e sostenere i nostri attaccanti che sono bravi”.

Gabriel Strefezza è sempre più protagonista di questo Lecce: “Sono molto contento, non aveva mai interpretato questo ruolo. Ha un bagaglio di esperienza importante, ha la maturità per non smarrirsi e perdersi, può solo crescere. La cosa che mi interessa al dì la del singolo, però, è il gioco di squadra”.

Massimo Coda non è ancora al top, ma ha sempre voglia di giocate: “Massimo si è allenato poco, dobbiamo stare attenti e dobbiamo tenere sotto controllo la sua situazione. Olivieri ha fatto molo bene e sta crescendo in quel ruolo, abbiamo un’opzione in più in quel ruolo e questo mi fa piacere. La Reggina? Ci sono pochi giorni di recupero, dobbiamo prepararci bene e mettere alla spalle questa partita”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*