Sport

A lezione con Corvino: “Ecco il mio modello, sono partito dalla terza categoria”

LECCE – Dalla piccola Vernole, dalla terza categoria, alla Champions League con la Fiorentina: la passione muove il mondo, la determinazione come ingrediente base del successo e l’amore per il proprio lavoro che va corteggiato, e coccolato, quotidianamente. L’impegno per arrivare ad un obiettivo deve essere sempre presente, è questa l’importanza di chi parte da zero e riesce, poi, a realizzare a piccoli passi tutti  i suoi sogni. Questo il messaggio, o meglio uno dei messaggi, del responsabile Generale dell’Area Tecnica del Lecce Pantaleo Corvino, ospite giovedì mattina, del  plesso di Giurisprudenza del Campus Ekotecne.

L’esperto e navigato dirigente salentino è intervenuto con un ricco ed importante intervento, in un’aula gremita di studenti, al Seminario “Il dirigente sportivo e le sue funzioni, esperienze di campo e di scrivania”. L’esperienza di Corvino in dono agli studenti del Corso di Laurea Triennale in Diritto e Management dello Sport, dell’Università del Salento.

Appassionati e passionali studenti che sognano un giorno di diventare dirigenti e manager sportivi, propri come il “maresciallo” Pantaleo Corvino.  L’essenza del discorso di uno dei numeri uno del club di Via  Colonnello Costadura è che  con impegno, passione e determinazione e con una dura gavetta tutto è possibile, i sogni esistono e non devono necessariamente rimanere chiusi nel cassetto.

https://youtu.be/j4o-5mrX8Xs

Articoli correlati

Nuoto, per la Pilato nuovo record italiano

Tonio De Giorgi

Lecce, continuità e ambizioni

Massimiliano Cassone

Taranto, mercato: attaccante tra le priorità di Capuano

Francesco Friuli

New Basket Brindisi, addio con Eric Lombardi

Massimiliano Cassone

Campagna abbonamenti Lecce, Liguori: “Tariffe uguali allo scorso anno”

Tonio De Giorgi

Basket A2, Brindisi e Nardò si preparano alla prossima stagione

Massimiliano Cassone