Collepasso, la mozione: ad Adelina la cittadinanza onoraria alla memoria

COLLEPASSO – Conferire la cittadinanza onoraria alla memoria ad Alma Sejidini, meglio nota come Adelina, morta lo scorso 6 novembre dopo essersi gettata dal Ponte Garibaldi, a Roma.

È la proposta avanzata, tramite mozione, dai consiglieri comunali di Collepasso Sabrina Perrone e Mario Vecchio.

Adelina anni prima aveva testimoniato e collaborato a un’importante indagine che aveva portato in carcere quaranta persone, tutte esponenti della mafia albanese che gestiva il racket della prostituzione in Italia. Anche Adelina ci era finita dentro: rapita in Albania, era stata portata in Italia, ripetutamente violentata e costretta a prostituirsi in strada. Era stata proprio lei a denunciare i suoi aguzzini e a farli arrestare. Solo una cosa chiedeva dopo tutto quello che aveva passato: la cittadinanza italiana.

Ammalatasi di tumore, raccontava di sentirsi sola, abbandonata dalle istituzioni e senza la cittadinanza che tanto desiderava e per la quale aveva anche protestato alle porte del Viminale, incassando im voglio di via di tutta risposta.

Qualche giorno dopo il tragico epilogo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*