Il Salento dice no all’eolico off shore e sì alla mobilitazione di domani a Porto Miggiano

SANTA CESAREA TERME-Nessun eolico al largo della costa tra Porto Badisco e Castro, a 10, 30 o 100 chilometri di fronte alla scogliera più alta dell’area protetta Otranto-Leuca, e un no netto a tutti i progetti che punteranno a costruire simili strutture nel mare regionale perché l’impatto ambientale è devastante. E’ chiara la posizione del Movimento Regione Salento che ha organizzato per domenica 14 novembre alle 10,30  in località Porto Miggiano a Santa Cesarea Terme un sit in per manifestare pacificamente contro quello che considerano l’ennesimo sfregio ai danni del Salento: il progetto del parco eolico galleggiante per il quale le società Falck Renewable e BlueFloat Energy per conto della società Odra Energia chiederanno l’autorizzazione per l’istallazione di almeno 90 pale galleggianti ad una distanza a partire da 9 chilometri dalla costa.

Il presidente del Movimento Regione Salento, il consigliere regionale Paolo Pagliaro, i dirigenti e i militanti dello stesso e tutto il Salento si schierano contro l’ennesimo tentativo di esproprio del nostro territorio, a partire dal presidente della provincia di Lecce Stefano Minerva che ha sposato l’ìniziativa così come la richiesta di convocazione di tutti i consigli comunali per opporsi all’off shore. Già convocati i primi consigli comunali, come quello di Castro con la relativa adesione al sit-in del primo cittadino Luigi Fersini, stessa cosa per il comune di Santa Cesarea Terme con la convocazione del consiglio comunale di ieri pomeriggio che si è espresso all’unanimità contro l’eolico. Un secco no quello del sindaco Pasquale Bleve che ha annunciato la partecipazione della sua amministrazione al sit-in. Non da meno l’indignazione del sindaco di Otranto che, oltre ad aver interessato nuovamente il Ministero per riavviare l’iter dall’Area Marina Protetta, dichiara il netto sì alla mobilitazione a Porto Miggiano.

E continuerà la convocazione dei Consigli comunali del Salento partita con l’iniziativa del Movimento Regione Salento, come ricorda il suo portavoce, il sindaco di Sogliano Cavour Giovanni Casarano. Al sit-in parteciperanno anche i movimenti e le associazoni ambientaliste del territorio. La manifestazione è aperta a tutti.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*