AttualitàCronaca

Immobile abbandonato in via S.Pietro in Lama, arriva l’ordinanza del sindaco

LECCE- Dopo i nostri servizi sullo stato di degrado in cui versa l’ommobile di via S. Pietro in Lama, qualcosa si muove. Questa mattina c’è stato il sopralluogo degli agenti della sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Lecce comandata dal colonnello Donato Zacheo e del personale tecnico del Nucleo di Vigilanza Edilizia e Pubblica Incolumità del comune di Lecce. L’ispezione ha confermato quanto avevamo documentato: la struttura, abbandonata da anni, è di facile accesso e frequentata. Il geometra Pippo Scordo ha confermato la pericolosità dell’immobile per tutte le persone che vi soggiornano all’interno dove sono stati trovati indumenti e giacigli.

Per questo il fabbricato dovrà essere messo in sicurezza entro 15 giorni come previsto dall’ordinanza firmata dal sindaco Carlo Salvemini e in cui si legge che l’immobile “si presenta in stato di totale abbandono; la recinzione in muratura bassa con sovrastante rete metallica, in più punti rotta, crea varchi di accesso a terzi all’interno dello stesso; le facciate dell’edificio, costituito da diverse unità immobiliari dislocate tra un piano seminterrato e due piani fuori terra, sono interessate da notevole degrado poiché sulle superfici di intradosso dei balconi e sulle relative pensiline aggettanti, si notano lesioni e fratture di spigoli con caduta di parti di intonaco e cemento copriferro. La società di costruzioni proprietaria dovrà quindi provvedere immediatamente alla chiusura/tamponatura di tutti i varchi di accesso al fabbricato al fine di evitarne la diretta accessibilità. “E’ fatto obbligo alla società proprietaria dell’immobile di garantire un adeguato livello di vigilanza avvalendosi di strumentazione tecnologica idonea o di prestazioni professionali di vigilanza privata, al fine di impedire l’accesso ad estranei e prevenire qualsiasi pericolo a garanzia della pubblica e privata incolumità, dandone immediata comunicazione a questa Amministrazione Comunale.
In caso di inosservanza delle prescrizioni della presente ordinanza, i soggetti direttamente interessati saranno passibili delle sanzioni previste dall’art. 650 del Codice Penale ove il fatto non costituisca più grave reato e, ove questo dovesse ingiustificatamente perdurare, l’Ente potrà procedere d’Ufficio senza ulteriore avviso e con addebito delle spese sostenute. Il Corpo di Polizia Locale assicurerà il controllo dell’esecuzione.

Il provvedimento è stato inviato per conoscenza anche alla Prefettura di Lecce e alla Polizia municipale.

https://www.youtube.com/watch?v=PiDeVrW7StM

Articoli correlati

7 giudizi pendenti ogni 100 abitanti: la svolta necessaria della mediazione

Redazione

Morte sospetta a Casarano, ipotesi ‘mucca pazza’

Redazione

Fiamme nella notte, a fuoco deposito di attrezzi agricoli

Redazione

Precipita dalle mura antiche di Gallipoli: grave un uomo

Redazione

Il Tar sblocca il maxi appalto rifiuti, via libera alla Monteco

Redazione

Emiliano sabato a Lecce e i lavatori della Bat gli chiedono un incontro

Redazione