L’altra faccia dell’ex Galateo, occupazioni abusive a due passi dal parco

LECCE-La scorsa estate l’amministrazione comunale di Lecce e la regione Puglia hanno inaugurato il parco che circonda l’ex sanatorio. Tanto verde, attrezzi per lo sport, giochi per i bambini. Basta però spostarsi di qualche metro e lo scenario cambia completamente. L’edificio noto come “ex Galateo di Lecce” che si affaccia sulla circonvallazione, realizzato negli anni ’30, è stato abbandonato e così è rimasto sino a quando nel 2018 la Regione Puglia, il Comune di Lecce, la società Puglia Valore Immobiliare e l’Arca Sud Salento hanno indetto un concorso internazionale vinto da Achistart Studio.

Dopo la restituzione del parco attrezzato alla città dovrebbe essere la volta del corpo del fabbricato. Nel 2020 sono stati eseguiti dei lavori per mettere in sicurezza la struttura con un telone che la copre. Sono state montate le impalcature, ma al momento sembra essere tutto fermo.  I cancelli sempre aperti e nessuna vigilanza rendono quest’area nel centro della città una discarica di rifiuti e un dormitorio illegale. Un via vai di persone, giovani, migranti irregolari, senza tetto. Anche questa situazione ci è stata segnalata dai cittadini che soprattutto di notte sono testimoni di un via vai di gente che entra ed esce indisturbata.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*