Sindaco e direttore di distretto, il “caso” Giovannico all’attenzione del Governo

LIZZANELLO – Polemica a Lizzanello, all’indomani del primo Consiglio comunale che ha proclamato gli eletti delle ultime elezioni amministrative. Oggetto della discussione è la doppia funzione rivestita attualmente dal neo-eletto sindaco, Costantino Giovannico. Quest’ultimo, infatti, oltre a quella di primo cittadino ricopre anche la carica di direttore del distretto socio-sanitario di Lecce.

A tal proposito, l’ex sindaco Fulvio Pedone ha fatto pervenire una nota all’assessore della Sanità pugliese Pier Luigi Lopalco, al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e a quello della Salute Roberto Speranza, nonché al presidente Emiliano, ad ANAC e al direttore generale dell’Asl di Lecce, Rollo.

Si pone in discussione l’attuale struttura normativa che parrebbe legittimare la possibilità della doppia funzione per i Comuni sotto i 15mila abitanti, vietandola, invece, per quelli con una popolazione superiore.

“Determinate funzioni sanitarie – sostiene Pedone – hanno un impatto sociale non indifferente, motivo per il quale un direttore di distretto socio-sanitario non dovrebbe potersi candidare a sindaco in un comune del suo stesso distretto, perchè in questo modo si viola il principio della par condicio elettorale e quello dell’uguaglianza, posto alla base del nostro sistema democratico”.

La richiesta alle istituzioni a cui è stata indirizzata la nota, dunque, è quella di costituire un tavolo tecnico a regia regionale e che sia verificata la regolarità delle attività di Giovannico nel corso del periodo pre-elettorale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*