Omicidio Lippolis del ’98 in Montenegro: si consegna Guarini. Dovrà scontare 30 anni

MESAGNE – Quello identificato come il corpo di Nicolai Lippolis, di Mesagne, fu ritrovato a Bar, in Montenegro, il 7 ottobre del 2009. Ammazzato con colpi d’arma da fuoco e poi seppellito. In tasca il tesserino del codice fiscale. Ma l’esecuzione risaliva al 1998.

Dinamiche interne ai clan della Sacra Corona Unita sarebbero state alla base dell’omicidio.

Qualche giorno fa, sono stati condannati in Cassazione Marcello Cincinnato, di Mesagne, e Antonio Epicoco, di Tuturano. finiscono in carcere il mesagnese 47 anni. E ora si è consegnato anche Emanuele GUARINI, che deve espiare 30 anni di reclusione per lo stesso omicidio. Lui è di San Vito dei Normannhi e si è costituito nella locale caserma dei carabinieri.

Il provvedimento scaturisce dalla sentenza del 2019 da parte della Corte d’Assise di Appello di Taranto e dopo la dichiarazione di inammissibilità del ricorso della Corte di Cassazione di martedì scorso. L’arrestato è stato accompagnato nel carcere di Lecce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*