Festa a Francavilla Fontana: la Virtus frantuma la capolista Bari

FRANCAVILLA FONTANA – Alla Nuovarredo Arena arriva il Bari per la sfida dell’undicesima giornata del Girone C del campionato di serie C.

I padrondi di casa decimati a causa delle squalifiche di Miceli, Nobile, Perez, Enyan e Patierno e degli infortuni di Maiorino, Tulissi, Franco e Puntoriere, scendono in campo con una formazione giovane e vogliosa che arde di passione e brucia le sicurezze del Bari.

Dunque col solito 3-5-2 spazio a Milli; Idda, Caporale, Delvino; Pierno, Toscano, Prezioso, Tchetchoua, Ingrosso; Ventola, Ekuban per i biancazzurri.

Il Bari si oppone con il 4-3-1-2 con Frattali; Belli, Terranova, Di Cesare, Mazzotta; Maita, Mallamo, D’Errico; Botta; Antenucci, Cheddira.

Arbitra Enrico Maggio di Lodi.

La partenza della Virtus Francavilla è incredibile: con gli occhi della tigre, dopo la rabbia accumulata nella trasferta siciliana culminata non solo con la sconfitta ma anche con un arbitraggio molto discutibile, sblocca la gara col Bari capolista dopo appena 8 minuti con un bel gol di Ekuban che servito da Ingrosso supera Di Cesare e castiga Frattali.

Il Bari è stordito, non accenna a nessuna reazione tranne ad un colpo di testa di Terranova al 18°, mentre i padroni di casa macinano metri e trovano il raddoppio al 27° con Caporale che si mette in proprio e decide di regalare una perla al suo pubblico infilando la sfera sotto la traversa. Due a zero e gioia incontenibile. E addirittura al al 41° Ventola va vicino al tris ma Frattali si salva.

Nel secondo tempo continua la festa, il Bari non riesce a rientrare in partita e al 71° arriva il tris salentino: Ingrosso serve Carella che vede Ventola, lo serve, e il bomber, proprio lui figlio di Nicola cresciuto nel Bari, batte Frattali ma non esulta in segno di rispetto.

Sono sei i minuti di recupero e c’è da segnalare un legno colpito da Citro nel secondo minuto. Termina così, tris secco e galletti all’angolo.

Festa a Francavilla Fontana per questo derby vinto in maniera esaltante e roboante dopo le difficoltà dell’ultimo periodo. La squadra del patron Magrì ruggisce sul campionato frantumando le certezze della capolista Bari che può soltanto raccogliere i palloni dal fondo della rete e complimentarsi con gli avversari che offrono gol e spettacolo nonostante le numerose assenze.

Prima sconfitta stagionale per il Bari che resta in vetta a 24 punti a 4 lunghezze dal Catanzaro che affronterà nel prossimo turno. La Virtus consolida la zona playoff con 17 punti e si gode una vittoria stratosferica, sabato poi farà visita alla Paganese.

IL TABELLINO

VIRTUS FRANCAVILLA-BARI 3-0

Virtus Francavilla (3-5-2): Milli, Ingrosso, Idda (c), Ekuban, Delvino, Caporale, Pierno (90‘ Magnavita), Prezioso (83‘ Mastropietro), Ventola (90‘ Dacosta), Tchetchoua (90‘ Gianfreda), Toscano. A disposizione: Cassano, Negro, Feltrin, Carella, Padovano. Allenatore: Funaro.

BARI (4-3-1-2): Frattali, Belli, Di Cesare (c) (31‘ Celiento), Terranova, Mazzotta, Mallamo, Maita (‘79 Bianco), D’Errico (70‘ Simeri), Botta (78‘ Citro), Antenucci (69‘ Paponi), Cheddira. A disposizione: Polverino, Plitko, Gigliotti, Lollo, Di Gennaro, Pucino, Ricci. Allenatore: Mignani.

ARBITRO: Enrico Maggi di Lodi

ASSISTENTI: Alex Cavallina di Parma e Luca Dicosta di Novara; IV ufficiale: Domenico Mirabella di Napoli

MARCATORI: 8‘ Ekuban (VF), 27‘ Caporale (VF), 71‘ Ventola (VF)

AMMONITI: 14‘ Di Cesare (B), 55‘ D’Errico (B), 56‘ Prezioso (VF), 62‘ Toscano (VF), 70‘ Botta (B), 76‘ Milli (VF), 79‘ Terranova (B), 82‘ Ingrosso (VF)

M.C.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*