Picchia la moglie e la minaccia di morte. Ad un 45enne imposto il divieto di avvicinamento

GRECÌA SALENTINA-Ha colpito la moglie con violenza, le ha spaccato il labbro, l’ha costretta a far ricorso alle cure dei medici del Pronto Soccorso. Più volte l’ha minacciata di morte con delle scenate anche davanti ai figli. La donna aveva comunicato al marito la decisione di separarsi ma lui non l’aveva presa bene. Ha cominciato a perseguitarla e a maltrattarla. Ora per il 45enne di un comune della Grecìa Salentina, è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. Le indagini sono state portate avanti dai carabinieri della stazione di Calimera al comando del maresciallo maggiore Michele De Gaetanis. I militari  hanno ricostruito la lunga serie di condotte vessatorie, di violenze e minacce da parte dell’uomo che spesso abusava di sostanze alcoliche. I maltrattamenti andavano avanti dal 2019.

Lo scorso settembre i carabinieri sono intervenuti in casa dopo l’ennesimo litigio. Il 45enne aveva raggiunto la moglie nell’abitazione dei vicini dove la donna si era rifugiata perché poco prima lui l’aveva minacciata di morte per telefono. Ha scavalcato il muro di cinta, l’ha raggiunta e poi colpita con un calcio sul fianco sinistro. E’ stata portata in ospedale da dove è uscita con una prognosi di otto giorni. Quella stessa sera i carabinieri in via cautelare hanno sequestrato all’uomo due fucili da caccia calibro 12 e 200 munizioni legalmente detenute custodite in casa. Le indagini sono state coordinate dal pm Erika Massetti mentre la misura del divieto di avvicinamento è stata emessa dal gip Cinzia Vergine.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*