Fuochi d’artificio per il parente scarcerato: 41enne denunciato- Il video

TARANTO- Accende una batteria di fuochi d’artificio per festeggiare la scarcerazione di un parente. Ma stavolta è andata male a un 41enne tarantino, che è stato denunciato. A riprendere la scena, infatti, c’era un funzionario della Questura di Taranto libero dal servizio. Il poliziotto ha avuto la prontezza di filmare l’accaduto, di annotare la targa dell’auto sulla quale il 41enne si è allontanato ed ha fornito tutte le informazioni necessarie alla Sala Operativa della Questura. L’uomo è stato rintracciato poco dopo presso il suo domicilio, con ancora addosso gli indumenti immortalati nel video. Il responsabile dell’accensione dei fuochi d’artificio è stato denunciato in stato di libertà per accensione ed esplosioni pericolose in luogo abitato: era davanti all’Ospedale Santissima Annunziata, nonché di fronte all’abitazione del parente tornato in libertà.

«L’attività della Polizia di Stato – ha commentato il Questore di Taranto Giuseppe Bellassai – è proiettata anche verso il perseguimento di quegli episodi di illegalità che contribuiscono a diminuire la percezione di sicurezza dei cittadini. Si pensi alla deprecabile usanza dell’esplosione dei fuochi d’artificio senza alcun controllo né precauzione; spesso, ripresa e pubblicata sui social network. Non è la prima volta che, proprio dai video presenti i rete, siamo stati in grado di individuare e denunciare i responsabili di questi gesti, anche per dare un segnale incisivo della nostra presenza sul territorio. Una presenza finalizzata al ripristino della legalità e della democrazia».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*