È un Lecce in crescita: venerdì c’è il Monza al “Via del Mare”

Francesco Di Mariano (foto P.Pinto)

LECCE (di C. Tommasi) – Determinati, carismatici e vogliosi di un campionato importante e degno di nota: è questo il neo-Lecce di Marco Baroni, una squadra spigliata e  giovane, e con ancora tanto da migliorare, ma che viene da 5 risultati utili consecutivi e da 3 vittorie di fila. Nove punti nelle ultime 3 gare ravvicinate, in casa con l’Alessandria, con il Crotone e il Cittadella in trasferta. Un gruppo che sembra aver ritrovato la giusta chiave tattica, nel 4-3-3, per scalare la classica, dopo un inizio di stagione non al top. Nella ripresa del match con il Cittadella del “Tombolato”, con l’ingresso in campo di Blin e Rodriguez, i giallorossi sono passati, poi, al 4-2-3-1, schieramento, questo, decisamente più offensivo. Ovviamente, i problemi dei salentini non  sono del tutto risolti, guai solo a pensarlo: bisogna  crescere in fase difensiva, ma anche in quella di costruzione. In mediana, poi, l’intesa, insieme al possesso palla, cresce gara dopo gara. Nonostante, si vedono ancora troppi palloni lanciati senza un perché, direttamente da difesa ad attacco. Ci sono anche troppi palloni persi nella zona nevralgica del campo.

LA RIPRESA E L’INFERMERIA –  Dopo la domenica di riposo per capitan Lucioni e soci che hanno approfittato di un giorno di assoluto relax, dopo le 3 gare in otto giorni, per staccare completamente spina; la ripresa della preparazione è stata fissata per lunedì pomeriggio nel quartier generale dell’Acaya. Lo staff medico, guidato dal dottor Giuseppe Congedo, dovrà valutare la situazione di Alessandro Tuia, convocato per la gara del Tombolato, ma non rischiato a causa di un risentimento muscolare. Dovrebbe essere tutto ok, invece, per Checco Di Mariano uscito nel secondo tempo della gara con il “Citta” per un leggero affaticamento muscolare.

ECCO IL MONZA – Inizia così per i giallorossi una settimana importante che porterà alla gara di venerdì sera in programma al “Via del Mare” con il quotato Monza di Giovanni Stroppa, che gioca con il 3-5-2. Per i biancorossi due vittorie, tre pareggi e una sconfitta  contro la capolista Pisa. Nell’ultima giornata hanno battuto il Pordenone: 3-1. Entrambe le squadre puntano alla conquista dei 3 punti per dare continuità di risultati e di prestazioni in un campionato in cui vogliono essere protagonste e tentare il salto di categoria. Un partita di cartello per entrambe le squadre in cui sembra esserci già scritto: vietato sbagliare.

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*