Attualità

Ance e Confindustria sono per il varo di strumenti urbanistici condivisi

BRINDISI – L’associazione dei costruttori ANCE e Confindustria nel Brindisino parlano la stessa lingua e chiedono che sulla pianificazione del territorio si volti pagina, introducendo strumenti urbanistici più efficaci e frutto di un coordinamento a livello provinciale. Lo hanno sostenuto in conferenza stampa il presidente di Ance Angelo Contessa ed il presidente di Confindustria Gabriele Menotti Lippolis, a conferma di una decisa volontà di riannodare le fila del dialogo in questo territorio per superare ostacoli che rendono problematica qualsiasi forma di programmazione.

Una filosofia già contenuta nel Piano paesaggistico territoriale approvato negli anni scorsi dalla Regione, ma poi puntualmente disatteso da tutti i soggetti interessati che avrebbero dovuto attenersi a forme di pianificazione condivisa per evitare i pantani in cui va a finire qualsiasi forma di crescita del territorio.

Da qui l’idea di creare un ufficio di piano strategico su scala provinciale a cui sia Ance che Confindustria offrirebbero piena collaborazione attraverso i propri tecnici.

Il tutto, con l’obiettivo di dar vita a dei Piani di governo del territorio in cui digitalizzare la strumentazione urbanistica e semplificare le procedure.

Articoli correlati

Addio a Riu, il “gorilla triste” di Fasano

Redazione

Presentato alla comunità di Salve il Piano urbanistico generale

Redazione

Polizia locale, controlli straordinari per garantire la sicurezza

Barbara Magnani

Palazzo Carafa “Aperto alle emozioni”: “Benvenuti a casa vostra”

Barbara Magnani

Incontro del MRS, Pagliaro: “Terme punto focale del futuro del territorio”

Barbara Magnani

Screening gratuiti di Confesercenti Brindisi: informazione e formazione

Andrea Contaldi