L’ex lo accusa per stalking, il giudice lo assolve: “il fatto non sussiste”

LECCE- Dopo due anni di battaglia, arriva  Si tratta dell’agente di Penitenziaria, attualmente in pensione, Alessandro Pulimeno, 57enne, accusato dalla sua ex convivente di stalking. La donna diceva di esser stata minacciata, di esser stata perseguitata con appostamenti sotto casa. Di aver ricevuto  diversi messaggi su WhatsApp, solo perchè lui, a suo dire,  non voleva rassegnarsi alla fine della loro storia, durata dal 2014 al 2018.

In realtà, i legali di Pulimeno, l’avvocato Mario Fizzini e Viviana Labbruzzo, sono riusciti a dimostrare la sua innocenza, anche attraverso una perizia dettagliata sui cellulari in cui non sarebbe  emerso nulla di quanto denunciato dalla donna. Il giudice Malagnino ha così deciso di assolvere in formula  piena l’imputato, perchè il fatto non sussiste. 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*