Calcio femminile, Pagliaro: «Perché il marchio “We are in Puglia” solo per la Pink Sport Time Bari?»

PUGLIA – «In Puglia ci sono quattro società iscritte ai campionati nazionali di calcio femminile, ma soltanto una gode del marchio “We are in Puglia” sulla propria maglia ufficiale: la Pink Sport Time Bari. Attiva dal 2001 e retrocessa in B al termine della scorsa stagione sportiva, la società biancorossa è la sola che da anni viene finanziata da Puglia Promozione. L’anno scorso ha ricevuto un contributo di 22.550 euro, ridotto quest’anno a 8.200 euro.

Per sollecitare l’allargamento di quest’operazione di marketing territoriale anche alle altre società calcistiche femminili pugliesi, ho presentato un’interrogazione urgente all’assessore al Turismo, da cui dipende Puglia Promozione.

Anche le squadre che militano nel campionato di serie C (Women Lecce, Apulia Trani e Fesca Bari Women) meritano di poter esibire con orgoglio il marchio Puglia. Ma per farlo, è necessario che venga meno l’obbligo di rinunciare agli introiti di altri sponsor, senza i quali la sopravvivenza dei piccoli club è praticamente impossibile. Nella mia interrogazione chiedo espressamente di eliminare questo vincolo, che penalizza società comunque meritevoli di sostegno da parte della Regione Puglia, in ragione del loro impegno sportivo. Continuare a supportare un solo club è una scelta che crea disparità e penalizza le squadre di serie C che contribuiscono a portare in alto il brand Puglia».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*