Ostuni, nuovo attentato contro ex sindaco: spari contro il suo studio legale

doc cantina salice

OSTUNI – Questa volta l’attentato è di chiaro stampo mafioso ed ha visto in azione due malviventi che, a bordo di una moto e con caschi integrali, hanno esploso colpi di arma da fuoco contro il portone di ingresso dello studio professionale dell’ex sindaco Domenico Tanzarella, in via Pietro Micca, nel cuore del centro storico della città bianca.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di polizia e della Squadra Mobile di Brindisi ma dei banditi, ovviamente, ormai non c’era più traccia.

Questo è il quarto attentato compiuto ai danni dell’avvocato Tanzarella. Il primo fu portato a compimento il 21 ottobre del 2019 quando furono esplosi dei colpi di fucile sulla porta di ingresso della sua abitazione, situata alla periferia della città.

La notte fra il 3 il 4 gennaio del 2020, invece, colpi di arma da fuoco furono esplosi contro l’auto dell’ex sindaco, parcheggiata nei pressi della stessa abitazione. E fu proprio a seguito di questo secondo episodio che Tanzarella fu posto sotto scorta, così come deciso dal Prefetto di Brindisi. Ma questo non è stato sufficiente, visto che il 3 giugno del 2020 gli fu incendiata la sua auto, un’Audi 4, in pieno giorno e davanti alla villa comunale.

Sono tante le ipotesi ormai da anni al vaglio degli inquirenti. Sta di fatto, però, che la risposta data dalle istituzioni a questo attacco criminale risulta insufficiente se è vero che l’ex sindaco Tanzarella ormai da due anni vede a rischio la propria vita. Ecco perché, dopo questo ennesimo attentato, non sono ammesse sottovalutazioni del rischio di alcun tipo.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*