La Cremonese abbatte un Lecce sterile e confuso

CREMONA – Inizia con una sconfitta che brucia il campionato del Lecce.

I giallorossi cadono allo Zini di Cremona in una gara che sicuramente avrebbe potuto avere un epilogo diverso se i salentini non si fossero sciolti come neve al sole dopo i primi 45 minuti.

Il primo tempo infatti è molto equilibrato ma con una ghiotta occasione al 3° minuto per Coda che però non capitalizza e al 18° da segnalare un gol annullato a Olivieri per fuorigioco.

Nella seconda frazione tuttavia i padroni di casa giganteggiano e abbattono, nel vero senso della parola, i salentini.

Al 51° la sblocca Valzania, al 61° raddoppia Buonaiuto e al 65° l’ex Valeri serve il tris che spinge nel baratro il Lecce.

Cremonese ben messa in campo e ordinata, riesce a muoversi su tre moduli diversi in partita, dal 4-2-3-1 iniziale al 4-4-2 e poi ad un 4-3-3 in fase propositiva, segno che Pecchia ha già dato anima e corpo alla sua creatura che vanta anche individualità importanti come Buonaiuto e Valzania ma anche Baez e Ciofani. I grigiorossi meritano la vittoria senza nessun dubbio e vincono in modo largo e convincente.

La squadra di Baroni ha dimostrato di non essere ancora pronta né fisicamente e nemmeno numericamente e dunque di essere un cantiere aperto nel quale devono ancora entrare diversi tasselli per poter ambire a qualcosa di importante.

Ovviamente è calcio d’agosto, il mercato è ancora aperto, nessuna bocciatura e nessuna promozione ma se la Cremonese può sorridere, in Via Col. Costadura devono saper ascoltare questo campanello d’allarme abbastanza squillante e correre ai ripari, anche perché iniziare così, da meno tre, non è certo un buon biglietto da visita. Un risultato che lascia l’amaro in bocca in casa Lecce dopo l’ottima prova in Coppa contro il Parma.

Peccato per i 196 tifosi arrivati dal Salento.

Domenica al Via del Mare arriva il Como che ha pareggiato 2 a 2 a Crotone; bisogna subito voltare pagina ma Baroni ha bisogno di una rosa più completa. La Cremonese invece farà visita al Monza.

PRIMO TEMPO – Fabio Pecchia, che deve rinunciare a Fiordaliso squalificato e a Bianchetti e sceglie di mandare in campo con un 4-2-3-1 Carnesecchi; Sernicola, Okoli, Ravanelli, Valeri; Valzania, Castagnetti; Bàez, Zanimacchia, Buonaiuto; e in avanti capitan Ciofani.

Marco Baroni schiera Gabriel tra i pali; Gendrey a destra, Tuia e capitan Lucioni centrali con Gallo a sinistra; Hjulmand, Blin e Majer a centrocampo; con Strefezza, Coda e Olivieri in avanti. Assente lo squalificato Rodriguez che salterà anche la prossima gara con il Como.

Arbitra Niccolò Baroni di Firenze, assistito da Oreste Muto di Torre Annunziata e Giuseppe Di Giacinto di Teramo, IV Uomo Claudio Panettella di Gallarate. In sala video Gianluca Manganiello di Pinerolo e Daniele Bindoni di Venezia.

La gara inizia subito su ritmi alti e dopo appena 30 secondi, Hjulmand cerca il corridoio per Strefezza sorprendendo Okoli ma il portiere Carnesecchi rimedia ed evita il peggio.

Al 2° risposta grigiorossa: Buonaiuto si mette in proprio, scatta e calcia da fuori ma sbaglia la mira.

Al 3° il Lecce va vicinissimo al vantaggio: Strefezza la mette in mezzo per Coda che impatta male con la sfera e Carnesecchi para.

Al 9° grande aggancio di Stefezza che allunga per Gendrey che prova il passaggio al centro dell’area ma Carnesecchi è sicuro e sventa il pericolo.

Meglio il Lecce della Cremonese in questi primi minuti anche se la squadra di Pecchia è abbastanza viva e in palla.

Al minuto 11 ci prova la Cremo con Valzania ma Gabriel para quello che possiamo considerare un rigore in movimento.

Crescono i padroni di casa col passare dei minuti; al 12° Baez per Zanimacchia che però non riesce a colpire.

Al 13° salentini in avanti: Hjulmand la serve esterna a Blin che lascia correre Oliviere, palla in mezzo per Strefezza, si salva la Cremo.

Buonaiuto si è spostato sulla linea di Ciofani, praticamente è un 4-4-2 ora quello della squadra di Pecchia.

Al 18° il Lecce va in gol: Coda spizza per Olivieri su calcio d’angolo e l’ex Juve la mette dentro, il guardalinee annulla. L’arbitro attende il Var e poi conferma, annullato.

Al 21° padroni di casa in avanti: Baez se ne va a destra, lo anticipa Hjulmand in angolo; sugli sviluppi Castagnetti calcia fuori.

Al 26° cooling break.

Al 29° Lecce in avanti: Coda calcia da fuori, tiro smorzato da Okoli, para Carnesecchi.

Al 31° giallo per Valeri che atterra Hjulmand, punizione dai 25 metri; sulla sfera Majer, tocca per Olivieri che calcia sulla barriera.

Al 38° i salentini provano a pungere, Coda si destreggia cerca lo spazio per battere a rete, non lo trova e cede a Majer che calcia ma Carnesecchi para senza problemi.

Al 39° giallo per Stefezza che atterra Valeri.

Passano 20 secondi e il giallo arriva anche per Castagnetti che atterra Majer in mezzo al campo.

Al 41° Strefezza atterra al limite Buonaiuto, calcio di punizione da ottima posizione per la Cremo. Batte Castagnetti, Coda devia in angolo. Sugli sviluppi allontana ancora Coda.

La lavagnetta segnala 5 minuti di recupero.

Si va al riposo sul risultato di 0 a 0.

SECONDO TEMPO – Rientrano gli stessi 22 del primo tempo. I padroni di casa però mettono subito in difficoltà gli avversari che approcciano male e perdono il piglio giusto sbaglia tutto, orrenda predisposizione sulle preventive.

Al 50° Hjulmand atterra Buonaiuto al limite dell’area, punizione per la Cremo. Sulla palla Buonaiuto, palla sulla barriera, sugli sviluppi palla a Valzania che da fuori area batte Gabriel infilandola nel sacco.

I salentini provano a riorganizzarsi ma i padroni di casa corrono di più e meglio.

Al 56° primo cambio per il Lecce: fuori Blin dentro Paganini.

Al 58° Gendrey per Olivieri in area, va giù dopo il contatto con Valeri, palla in corner. Olivieri protesta. Sugli sviluppi Coda impegna severamente Carnesecchi.

Parte in contropiede la Cremo, Baez colpisce il palo, sfera a Bonaiuto che dall’esterno la mette in porta, eurogol, Gabriel la può solo raccogliere dal sacco. Al 61° 2 a 0 per la Cremonese.

Al 65° contropiede perfetto dei padroni di casa, Baez pesca Valeri che la spinge in porta: 3 a 0.

Lecce ormai in bambola.

Al 66° cambio Cremonese: fuori Zanimacchia, dentro Strizzolo.

Al 72° cooling break.

Doppio cambio nel Lecce: dentro Bjorkengren e Listkowski al posto di Majer e Strefezza.

E doppio anche per i padroni di casa: entrano Bartolomenti e Vido al posto di Buonaiuto e Valzania.

Al minuto 82 Coda impegna Carnesecchi da fuori area, ma il suo tiro è debole.

All’83° giallo per Ravanelli.

Al minuto 83° doppio cambio per entrambe Ciofani lascia il posto a Deli e Crescenzi sostituisce Valeri; nel Lecce Calabresi e Helgason per Gendrey e Olivieri.

C’è poco da raccontare, la gara si avvia alla fine con il Lecce ormai distrutto e fisicamente a terra.

Termina così: Cremonese-Lecce 3 a 0.

IL TABELLINO

CREMONESE – LECCE 3-0

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Sernicola, Okoli, Ravanelli, Valeri (83° Crescenzi); Valzania (75°Bartolomei), Castagnetti; Bàez, Zanimacchia (66° Strizzolo), Buonaiuto (75° Vido); Ciofani © (83° Deli). A disposizione: Alfonso, Ciezkowski, Collodel, Nardi, Terranova, Frey, Dalle Mura. Allenatore: F. Pecchia

LECCE (4-3-3): Gabriel; Gendrey (83° Calabresi), Tuia, Lucioni ©, Gallo; Hjulmand, Blin (56° Paganini), Majer (75° Bjorkengren); Strefezza (75°Listkowski), Coda, Olivieri (83° Helgason). A disposizione: Bleve, Vera, Meccariello, Monterisi, Bjarnason, Vulturar, Burnete. Allenatore: M. Baroni

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze

ASSISTENTI: Oreste Muto di Torre Annunziata e Giuseppe Di Giacinto di Teramo, IV Uomo Claudio Panettella di Gallarate. In sala video Gianluca Manganiello di Pinerolo e Daniele Bindoni di Venezia.

MARCATORI: 51° Valzania (C ), 61° Buonaiuto (C ), 65° Valeri (C )

AMMONITI: 31° Valeri (C ), 39° Strefezza (L), 39° Castagnetti (C ), 83° Ravanelli (C )

M.Cassone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*