Brindisi, medico no vax sospesa fa ricorso: il Tar gli dà torto

randstad 2

BRINDISI/LECCE – Il Tar Lecce dà ragione all’Ordine dei medici di Brindisi, e di conseguenza alla Azienda sanitaria locale, in riferimento alla sospensione dal servizio disposta per i medici no vax che operano in ospedale.

Il tribunale amministrativo, proprio nelle scorse ore, ha infatti respinto l’istanza di cautela monocratica presentata da una professionista, un medico, che aveva richiesto (tramite ricorso) la sospensione di quel provvedimento a suo carico ritenuto illegittimo.

Il Tar ha però dato ragione all’Ordine dei Medici, difeso dall’avvocato Adriano Tolomeo, che aveva chiesto e ottenuto la sospensione dal servizio della ricorrente, senza retribuzione.

La camera di consiglio per la trattazione collegiale è stata fissata per il 15 settembre prossimo. Intanto il Tar ha rimarcato come “nel giudizio di bilanciamento dei contrapposti interessi, la posizione della ricorrente e il diritto dell’individuo, devono ritenersi decisamente recessivi (dunque fare un passo indietro) rispetto all’interesse pubblico (..) nel contesto emergenziale legato al rischio di diffusione della pandemia da COVID-19, che deve costituire il parametro di lettura della normativa” vigente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*