Si fa attendere la vendemmia che vale un miliardo

SALENTO – Poca ma buona, è proprio il caso di dirlo anche se in ritardo di oltre dieci giorni, come non accadeva da vent’anni, è la vendemmia 2021 non ancora ai nastri di partenza, ma per la quale le aspettative sono altissime per la qualità che si prospetta eccellente. Le gelate che hanno colpito i vigneti a macchia di leopardo nel Salento, unite a una siccità persistente incidono sulle rese. Si stima, infatti, un calo totale del 5 percento della produzione. Ma molto dipenderà dalle temperature e sia dall’assenza di nubifragi e grandinate.

Coldiretti fa sapere che sarà una vendemmia di straordinaria qualità. Importante per recuperare il terreno perso nei periodi di lunga chiusura. Tra i primi dieci posti delle bottiglie  che hanno fatto incrementare il valore dei consumi, si trovano, nelle prime quattro posizioni, due vini pugliesi, il Primitivo, 23, 6 percento e il Negramaro, con un più 14,6 percento. Nel tempo della globalizzazione gli italiani bevono patriottico. Il tutto per un valore che va oltre un milione di euro all’anno.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*