Il Lecce vince col Vicenza e porta a casa il Trofeo Santagiuliana

VICENZA – Il Romeo Menti di Vicenza accende i riflettori su un’amichevole di lusso valida per la 26esima edizione del Memorial Santagiuliana, in ricordo di Alfonso Santagiuliana, nel centenario della sua nascita. Trofeo che il Lecce vinse già nel 2005; e la gara è solo un antipasto del prossimo campionato di serie B.

Il Lanerossi degli ex giallorossi Di Carlo e Calderoni in campo dal primo minuto, contro il Lecce di Marco Baroni.

Nonostante il caldo sia veramente aggressivo le due squadre si esprimono su ritmi abbastanza alti. Nel primo tempo ai punti meglio il Lecce ma entrambe provano a fare male all’avversario ma si va al riposo sullo zero a zero.

La gara si sblocca nel secondo tempo: al 55° arriva il gol di Coda che decide la serata. Molto bella la conclusione del capocannoniere dello scorso torneo di B, che ruba palla dopo un disimpegno sbagliato di Brosco, e con la freddezza di un cecchino castiga Grandi.

Il Lecce gioca meglio del Vicenza che non riesce mai ad essere veramente incisivo.

Evidenti, rispetto alle uscite precedenti i progressi della squadra di Baroni che nonostante sia ancora un cantiere aperto dove manca solo l’insegna “lavori in corso”, vince una gara che, oltre a fungere da riserva di carburante per l’inverno e per l’autostima, le permette di alzare al cielo un trofeo da mettere nella bacheca dei ricordi. E se il buongiorno si vede dal mattino, Baroni ha una buona base da completare, sulla quale poter lavorare e quel che accadrà lo scopriremo.

PRIMO TEMPO – Di Carlo fedele al 4-4-2 manda in campoGrandi; Ierardi, Bruscagin, Pasini, Calderoni; Giacomelli, Proia, Pontisso, Ongaro; Busatto, Lanzafame.

Baroni con il 4-3-3 sceglie di partire inizialmente con Gabriel; Monterisi, capitan Lucioni, Meccariello, Vera; Hjulmand, Blin, Henderson; Paganini, Coda, Olivieri.

Al 4° Monterisi

Batte l’angolo Hjulmand

Al 5° Giacomelli prova l’incursione ma Vera lo blocca.

Al 6° Busatto si libera bene in area ma calcia in diagonale in modo impreciso, Vicenza pericoloso.

Risponde il Lecce: Vera per Coda che gira alto sopra la traversa.

Al 10° Ongaro servito da Giacomelli la mette fuori di poco. Ormai è un botta e rsiposta.

Al 12° Olivieri viaggia a sinistra, serve Hjulmand, spinto va giù, per l’arbitro si può continuare.

Ritmi alti e squadre che si affrontano a viso aperto.

Al 25° cooling break per fare rifocillare i calciatori.

Si torna a giocare, i salentini fraseggiano bene a centrocampo ma non riescono a trovare il corridoio vincente per sbloccare il risultato.

Tanto palleggio ma nessuna azione più, il caldo si fa sentire anche se le due squadre non rinunciano a correre.

Al 38° Lecce vicinissimo al gol: Paganini di destro in diagonale impegna Grandi, palla poi spazzata in corner; lo calcia Hjulmand respinge Pasini.

Al 46° Monterisi prova inserirsi ma Grandi si salva in qualche modo.

Si va al riposo sul risultato di zero a zero.

SECONDO TEMPO – Il Lecce riparte con gli stessi effettivi della prima frazione.

Nel Vicenza invece dentro Padella, Brosco, Sandon, Rigoni, Cappelletti e Zarpellon, fuori Pasini, Ierardi, Calderoni, Pontisso, Ongaro e Busatto.

I padroni di casa provano a spingere sull’entusiasmo e la freschezza dei nuovi entrati, la fase difensiva del Lecce però sembra abbastanza solida

E al 55° si sblocca la gara, arriva il gol dei giallorossi: Coda ruba palla su un disimpegno sbagliato di Brosco, arriva di fronte a Grandi e gonfia la rete.

Al minuto 60 arrivano otto cambi per il Lecce fuori Gabriel, Meccariello, Vera, Blin, Hjulmand, Henderson, Coda e Olivieri, dentro Bleve, Bjorkengren, Gallo, Tuia, Majer, Mancosu, Listkowski e Rodriguez.

Il Vicenza risponde con Fantoni e Di Pardo al posto di Lanzafame e Giacomelli.

Al 67° punizione di Cappelletti palla deviata in corner.

Al 70° Lecce pericoloso ma Paganini viene anticipato in area da Padella.

Subito dopo altro break.

Il Lecce sostituisce al 72° Lucioni con Bjarnason e Monterisi con Helgason.

Al 75° buona azione di Mancosu che la mette in mezzo ma libera il Vicenza.

Al minuto 81 Listkowski carica il destro da fuori area, si immola Brosco che respinge col corpo.

Subito dopo ci prova Rodriguez, la palla termina a Litkowski che però non può più far nulla.

I salentini giocano meglio rispetto ai padroni di casa che non riescono proprio a finalizzare anche grazie ai buoni movimenti difensivi degli avversari.

Al minuto 83 punizione di Cappelletti dalla distanza, conclusione lenta che termina tra le braccia di Bleve.

Al minuto 86 Majer calcia alto sopra la traversa.

I minuti passano con il Lecce in avanti, non accade più nulla.

Trofeo al Lecce che adesso torna nel Salento.

IL TABELLINO

VICENZA – LECCE 1-0

VICENZA (4-4-2): Grandi; Ierardi (46°Brosco), Bruscagin, Pasini (46°Padella), Calderoni (46°Sandon); Giacomelli © (60° Di Pardo), Proia, Pontisso (46°Rigoni), Ongaro (46° Cappelletti); Busatto (46°Zarpellon), Lanzafame (60° Fantoni). A disposizione: Pizzignacco, Gerardi. Allenatore: D. Di Carlo

LECCE (4-3-3): Gabriel (60°Bleve); Monterisi (72° Helgason), Lucioni© (72° Bjarnason), Meccariello (60° Tuia), Vera (46° Gallo); Hjulmand (60° Bjorkengren), Blin (60° Majer), Henderson (60° Mancosu); Paganini, Coda (60° Rodriguez), Olivieri (60°Listkowski). A disposizione: Borbei, Maselli, Vuturar, Burnete, Milli. Allenatore: M. Baroni

ARBITRO: Giacomo Camplone sez. Pescara

ASSISTENTI: Marco Della Croce sez. Rimini – Alessio Saccenti sez. Modena

MARCATORI: 55° Coda (L)

M.Cassone

 
Ottica Salomi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*