Detenuto aggredisce gli agenti: tensione in carcere

LECCE – Tensione nel carcere di Lecce: un detenuto trentenne, con problemi psichiatrici, ha divelto la porta del bagno e, dopo aver rotto il vetro della parte superiore, lo ha impugnato contro gli agenti della penitenziaria. L’episodio ieri mattina, presso il reparto di infermeria. A darne notizia il segretario regionale dell’Osapp Ruggiero Damato. I poliziotti non hanno riportato ferite ma l’episodio ha causato uno stato di alterazione cardiocircolatorio all’agente titolare di sezione, che ha ricevuto una prognosi di 5 giorni.

Per essere contenuto, il detenuto è stato sottoposto a TSO (trattamento sanitario obbligatorio). “Per i reclusi affetti da gravi patologie psichiche – commenta Damato – come dettano la legge e le norme vigenti devono essere assegnati a circuiti diversi dal carcere come le REMS e non scaricati sula Polizia Penitenziaria la quale non è debitamente formata ed è senza mezzi adeguati. Inoltre, servono stanze dedicate con la presenza 24 ore su 24 dello specialista psichiatrico”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*