Green pass, come e dove. Domani la cabina di regia per stabilire le regole

ROMA- Il green pass è lo strumento con il quale il Governo sta cercando di mettere un argine alla crescita dei contagi causati dal dilagare della variante Delta, evitare la quarta ondata del Covid e naturalmente nuove chiusure e restrizioni in piena estate. Domani la cabina di regia si riunirà per stabilire i punti del Decreto Legge che dovrebbe entrare in vigore poi dal 26 luglio e che imporrà di presentare la certificazione verde anche in zona bianca per accedere a spettacoli, attività di svago, cinema, teatri, bar e ristoranti al chiuso, luoghi affollati, viaggi su treni navi, aerei e bus a lunga percorrenza. Sarà stilata la lista dei luoghi dove si entra con il certificato: le ipotesi sono diverse così come le posizioni delle Regioni. Probabilmente si procederà gradualmente: inizialmente basterà aver effettuato una sola dose di vaccino, oppure il tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti o la guarigione dal Covid. A settembre servirà anche la seconda.

Dalla metà di settembre potrebbe diventare obbligatorio anche sugli autobus. E con il green pass potrebbe esserci anche la riapertura delle discoteche. Molto probabilmente lo stato d’emergenza sarà prolungato sino al 31 dicembre mentre da venerdì alcune regioni potrebbero già tornare in zona gialla con i nuovi parametri basati sul numero dei ricoveri in area medica e in terapia intensiva: una percentuale rispetivamente del 10 e del 5% che le regioni chiedono di aumentare. Anche su questo dovrà decidere la cambia di regia.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*