Lettere minatorie e pedinamenti: nei guai un 37enne di Calimera

CALIMERA-Tre le vittime che hanno sporto denuncia un uomo, la sua ex moglie e l’attuale compagna. Pedinamenti, lettere con accuse e talvolta con minacce esplicite, frasi ingiuriose,  improvvisate sul posto di lavoro e manovre pericolose con l’auto che hanno messo a rischio l’incolumità delle persone interessate.

Per questo è finito nei guai un 37enne di Calimera per il quale il gip Liguori ha disposto il divieto di avvicinamento alle vittime e ai suoi familiari. L’accusa è di stalking: molestie continuate nei confronti dei tre che per evitarlo sono state costrette a modificare le proprie abitudini di vita. Una delle vittime ha raccontato di essere stata pedinata mentre faceva jogging sulla pista di Calimera, un’altra di essere stata raggiunta sul luogo di lavoro dove il 37enne si era presentato per una scenata. Le indagini sono state portate avanti dai carabinieri della stazione di Calimera che hanno raccolto in questi mesi ( i fatti si sono verificati nel 2021) faldoni di lettere fatte recapitare anche in caserma con accuse di corruzione rivolte ad un militare in servizio presso la stessa stazione.

Tra le vittime anche un poliziotto ed un ufficiale della guardia di finanza. Diversi i destinatari di lettere diffamatorie che l’uomo provava a consegnare con la forza, quotidianamente, salvo poi lasciarle nella cassetta della posta. All’origine delle presunte angherie, dalle quali l’uomo potrà ovviamente difendersi davanti al giudice, vecchi rancori in alcuni casi legati a motivi di lavoro.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*