A Folgaria calore dei tifosi per il Lecce. In dubbio la gara con lo Spezia

RITIRO LECCE
Marco Baroni, allenatore US Lecce

FOLGARIA – Il Lecce di Marco Baroni continua a lavorare nel ritiro di Folgaria in vista del campionato di serie B. Atteso anche Fabio Pisacane, il difensore ha usufruito di diversi giorni di permesso, saltando la fase di raduno, che la squadra giallorossa ha svolto in sede, ed i primi giorni di ritiro in Trentino.

Sabato pomeriggio invece poco prima dell’amichevole, ha raggiunto i compagni il centrocampista islandese Thorir Johann Helgason presentato venerdì mattina al Via del Mare dal responsabile dell’area tecnica Pantaleo Corvino; per il calciatore prime ore con i nuovi compagni di squadra, tra i quali il connazionale Bjarnason autore sabato di una doppietta con il Sinigo, partita vinta per 13 a 0 dai giallorossi, alla quale non hanno partecipato Listkowski e Zuta ed i portieri Vigorito e Borbei.

Sedute fisioterapiche e allenamento pomeridiano, questo è il programma della prima domenica di ritiro.

L’arrivo della squadra giallorossa a Folgoria ha mosso la curiosità e la passione dei tifosi che hanno colorato di giallorosso il centro sportivo Marzari. Sciarpe, bandiere, bambini vestiti di giallorosso, testimonianza di una trasmissione di fede calcistica già avvenuta.

Tifosi del Lecce a Folgaria (17-07-2021)

Mancou e compagni si sono fermati volentieri per reglare sorrisi e posare per una foto ricordo, un modo per i calciatori per non sentirsi soli e percepire il calore dei tifosi salentini giunti dalle zone limitrofe e qualcuno anche da Lecce, oltre mille chilometri di amore e passione per la squadra della propria terra. Primo piccolo bagno di entusiasmo non nuovo per il tecnico Marco Baroni difensore del Lecce dal 1987 al 1989 quando durante i ritiri estivi dall’altra parte c’era un certo Carlo Mazzone.

Infine molto probabilmente non si disputerà l’amichevole con lo Spezia programmata ad Arco per il 24 luglio in quanto nella squadra ligure sono state riscontrate diverse positività al Covid.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*